Honda Legend: il Level 3 al retrogusto di flop

Il sistema di guida semi autonoma della casa giapponese non funziona correttamente, e non sta attirando l'attenzione dei clienti

0
337
honda guida autonoma

La guida autonoma è vicina? Pare proprio di no. Lo sta scoprendo, a sue spese, la Honda, che da circa un anno ha lanciato sul mercato giapponese la Legend dotata di guida semiautomatica Level 3. Il risultato è stato un mezzo disastro: il sistema non funziona bene, e non ha attratto i clienti. In Giappone il 90% delle strade pubbliche sono accessibili alla guida automatica, molto di più che in Europa e negli USA.


Honda e la guida autonoma di terzo livello


Honda Legend: il Level 3 ha steccato in Giappone?

Il sito d’informazione Automotive News ha avuto l’opportunità di provare una Legend semiautomatica sulle strade giapponesi, dove la guida senza mani è permessa dalla legge. Ma il risultato è stato a dir poco scadente. Il sistema, chiamato Honda Sensing Elite, consente di togliere le mani dal volante, e di volgere lo sguardo altrove. Tuttavia, il conducente deve essere pronto a riprendere il controllo in ogni momento, e quindi non è concessa alcuna distrazione. Il dispositivo si può attivare una volta raggiunti i 30 Km/h, e funziona fino ai 50 Km/h. In poche parole, può essere usato solamente in città, mentre è inutilizzabile in autostrada o in qualsivoglia ambito extraurbano. Il computer di guida ha bisogno di ottenere i parametri corretti per poter attivare il tutto, ma il tester di Automotive News ha incontrato questa condizione favorevole solo una volta in 90 minuti di test drive. Il sistema non è in grado di compiere curve strette, e la casa raccomanda di non indossare gli occhiali da sole durante il tragitto. Alla faccia della macchina che si guida da sola!

Un flop commerciale

Il Sensing Elite, insomma, non sembra aver superato la prova del nove. Inoltre, non pare aver attirato il pubblico giapponese quanto la Honda si aspettava. Delle 100 Legend equipaggiate con il sistema, la casa ne ha piazzate solo 80. Ma il vero dilemma è se questa tecnologia abbia effettivamente un futuro, considerando i suoi limiti evidenti e lo scarso appeal alla clientela. Il caso della Legend non mancherà di attirare l’attenzione delle case tedesche, che già stanno lavorando al Level 3. Audi lo ha montato sulla A8 di ultima generazione, e la Mercedes ha fatto altrettanto sulla Classe S. Ma quanto durerà questo accessorio, che alla prova dei fatti rasenta l’inutilità?