Nel primo match di Champions Hockey League, i biancorossi sono stati sconfitti 9-0 dal TPS Turku, formazione già al completo e molto più avanti con la preparazione.

I ragazzi di coach Mario Simioni, che non ha potuto disporre degli ultimi innesti Nesbitt, Cullen e Keller, attesi verso la fine della prossima settimana in Italia, hanno tenuto egregiamente testa ai fortissimi avversari per poco più di un tempo, per poi crollare sotto i colpi della stanchezza. Dopo lo svantaggio iniziale subito in inferiorità, i Foxes hanno macinato gioco e occasioni, sfiorando il pareggio con DeSimone (ottimo esordio) e Pance, ma sono stati puniti dal tocco volante di Smolenak che è valso il raddoppio. Buono l’approccio alla seconda frazione da parte degli altoatesini, ancora vicini al gol con Zisser e Zanette, ma dopo la terza marcatura finlandese si spegne la luce e il TPS può dilagare.

Nel terzo tempo spazio in porta per Hell, che sostituisce un Hübl comunque positivo nonostante gli 8 gol subiti (29 parate), e Turku che arrotonda sino al 9-0 finale.”Non é il caso di criticare i miei ragazzi. Hanno lavorato bene soprattutto nel primo tempo, ma anche nel terzo tempo, ma le gambe sono ancora pesanti dopo solo sei giorni di allenamento. Inoltre dobbiamo agire con tre linee contate al momento. La nostra squadra ha molto potenziale e sono sicuro che massimo in settembre vedremo un altro HCB in campo”, commenta il nuovo headcoach Mario Simione.

Domani la squadra si trasferità in Svezia, dove domenica alle 14.30 (diretta streaming su www.laola1.tv) è in programma il secondo match di CHL contro il Linköping.

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here