Radar Concerti presenta gli Ho99o9. L’irriverente duo hardcore rap sarà in Italia per un unico esclusivo appuntamento il prossimo 3 dicembre, presso il Circolo Magnolia di Milano. Dopo il successo dei loro precedenti EP, gli Ho99o9 tornano sulla scena con il loro primo LP United States of Horror, uscito lo scorso 5 maggio.

La luce magnetica e radioattiva di iphone, tablet, cellulari e tv illumina una camera buia. Bloccato su una sedia a rotelle Eaddy (socio con OGM degli Ho99o9), costretto ad osservare gli ammalianti schermi radiottivi, per sottofondo non c’è la Nona Sinfonia di Beethoven, che studiò Stanley Kubrik  per la riabilitazione nella società del suo personaggio in Arancia Meccanica, ma il sound spietato e micidiale di debutto United States Of Horror.

L’istinto di strapparsi le orecchie è irrefrenabile! Quest’album di esordio racchiude ben 17 tracce crude e brutali che passano dal metal al rap e non danno tregua all’ascoltatore. Tralasciando il mio cinico giudizio, senza soffermarmi esclusivamente alla “copertina del libro”, osservando il videoclip si intende che la musica di Eaddy e OGM non è solo un orrido rumore, ma è la rappresentazione infernale del mondo. A dirla così sembra che il loro genere musicale, inquietante e straziante è appropriato a rappresentare la riluttante realtà. Mano in alto al cielo nazista, violenze, razzismo, abusi, mentre una bandiera a stelle e strisce ondeggia sventolata dal vento, la bandiera degli ” Stati Uniti dell’Orrore”. Pian piano si avvicina l’angelo della morte a calmare le estenuanti convulsioni degli Ho99o9.

Il gruppo americano Ho99o9 nasce in New Jersey, fondato e composto da OGM e Eaddy. Nel 2014 volano a Los Angeles, con la combinazione dell’ hip-hop sperimentale e del punk hardcore si guadagnano un notevole successo. La notorietà arriva suonando all’Afropunk Festival nel 2014 e al Music Festival nel 2015. Jon Pareles (critico di musica popolare nella sezione delle arti del New York Times) ha descritto la loro performance una “carica benvenuta di adrenalina”.

L’uomo sottomesso al dio denaro, la globalizzazione e le brutalità della storia che continuano a ripetersi anche sotto altre forme, sono questi i temi e le forti immagini che vengono divulgate attraverso i videoclip di quest’album . Gli Ho99o9 in giro per il mondo con il Death Kult, da Amsterdam a Berlino, fino a dirigersi a Brighston nel Regno Unito, sostenendo gli schiavi a Newcastle e Birmingham.  Adesso non ci resta che aspettarli in Italia, il prossimo 3 dicembre per ascoltarli dal vivo, in quanto il duo è noto anche per le originali performance live.

Zombie, uomini intrappolati in abiti da sposa e salti mortali in platea, come è già accaduto in altri concerti e magari con qualche nuovo asso nella manica, per lasciare il pubblico di giovani punk metallari a bocca aperta.

 

 

Commenti