Herno Globe: per una moda solidale e sostenibile

0
150
herno globe

Herno Globe è la nuova etichetta lanciata dal celebre marchio di capi spalla Herno. Compare in occasione della presentazione delle nuove collezioni Primavera-Estate 2020 e nasce con l’obbiettivo di puntare su una moda sostenibile. Herno guarda all’impatto ambientale, gravoso, che la produzione causa e offre il suo contributo al fine di porvi un freno. Il marchio sostiene i principi che regolano la moda sostenibile, concorde con il fatto che quando si tratta di ambiente non ci si può permettere di sbagliare. L’inquinamento va ridimensionato: è fondamentale tutelare e salvaguardare la nostra Terra. Il prodotto è reso al pubblico in maniera del tutto trasparente, dalla scelta del filato sino al tessuto finale. Per queste ragioni, in vista della stagione Autunno-Inverno, Herno getta luce su un quesito al quale è necessario fornire risposta, anzi soluzioni. “Quanti modi abbiamo per essere sostenibili?“.

Herno Globe: quanti modi abbiamo per essere sostenibili?

È noto come Herno compaia tra i brand che maggiormente pongono attenzione alla questione ambientale. Da anni si impegna nella ricerca di soluzioni che siano alternative a quelle sin ora impiegate, dannose per l’ambiente. L‘etichetta Herno Globe è proprio il risultato di studi e meticolose ricerche. Tali ricerche si concentrano sui materiali, sui processi di lavorazione e sull’impatto produttivo. Un impegno che oggi da i propri frutti. È da oltre un decennio che Herno punta su questo aspetto, sostenendo con forza l’importanza di un futuro “green“. I primi passi mossi da Herno coinvolsero il ricambio dei macchinari impiegati, nonché l’adozione del fotovoltaico. Per quanto riguarda la produzione, Herno garantisce che essa avviene secondo i principi di moda solidale. Dalla lavorazione del tessuto sino al prodotto finale, Herno tutela l’impegno dell’azienda in tal senso.

Le novità di Herno Globe

L’attenzione di Herno alle problematiche ambientali coinvolge, sulla scia del suo buon esempio, altre aziende che ne adottano la medesima visione. Le novità che ha in serbo per le nuove collezioni invernali uomo-donna sono quattro. Concetto fondamentale che regge il progetto è quello di biodegradabile. L’attenzione si è concentrata sul problema dello smaltimento, in particolar modo delle tempistiche estremamente dilatate. Ci vogliono, infatti, circa cinquant’anni prima che un tradizionale capospalla si dissolva del tutto, scomparendo dall’ambiente. Così Herno sfoggia il Fast5Degradable, un piumino biodegradabile in due modelli, un cappotto ed un bomber. La novità assoluta? Cinque anni soltanto per portare a compimento il suo processo di degradazione. Questo è un risultato eccezionale: l’impatto con l’ambiente è dunque ridotto ai minimi termini. A seguire, Herno presenta un cappotto oversize ed un caban. Il materiale impiegato è la lana riciclata, scarti di lavorazione provenienti dalle industrie tessili.

Herno Globe stupisce ancora

Ulteriormente innovativi sono il modello di parka e di cappotto. Al loro interno, a realizzare l’imbottitura, troviamo piuma riciclata. E per quanto riguarda i colori? Le tinture si ricavano, in linea con il resto, da materiali di origine naturale e vegetale. Tra essi spiccano le olive, per il verde, le foglie di indaco per il blu e la buccia di cipolla. Non è finita qui! L’inventiva di Herno, quando si tratta di moda sostenibile, è davvero inesauribile. Infatti, la collezione presenta ancora un parka ed un bomber realizzati in Nylon 100% rigenerato Econyl. Si tratta di una particolare fibra che deriva dalle reti da pesca, dagli scarti di moquette e tappeti. Tutti materiali di scarto, dismessi e non più utilizzati. Anziché finire tra i rifiuti vengono rielaborati e destinati a nuova vita.

Tessuti ma non solo…

Non dimentichiamoci dei dettagli. Quando si parla di capi spalla il protagonista assoluto è il tessuto, è vero. Ma i bottoni, le cerniere e ciò che adorna il modello giocano un ruolo strategico. I capi firmati Herno Globe non tralasciano di certo questo aspetto. Infatti, anche bottoni, zip ed etichette derivano al 100% da materiali di scarto e biodegradabili. Il messaggio che campeggia tra i capi di questa nuova collezione per la stagione fredda è chiaro. La moda è fonte di creatività sempre in marcia. È bene concentrane buona parte sull’elaborazione di nuove idee che permettano di ridurre l’inquinamento ambientale. L’eleganza è anche nel principio alla base della creazione di abiti ed accessori.

Commenti