Henry D. Thoreau: anniversario della nascita

Il vagabondo di Walden

0
190
Thoreau

Il 12 luglio del 1817 nasceva a Concord, in Massachusetts, Henry David Thoreau. Naturalista, filosofo, scrittore e agrimensore, Thoreau è tra i massimi esponenti della lettura americana. Discepolo del filosofo Ralph Waldo Emerson, egli prende parte al movimento trascendentalista di cui il maestro è promotore e la cui influenza è ravvisabile nella vita e nelle opere.

Henry D. Thoreau e il Trascendentalismo

Figlio di Cynthia Dunbar e John Thoreau, il futuro scrittore conduce i propri studi universitari allo Harvard College. Consegue la laurea nel 1837, dimostrandosi però uno studente non particolarmente eccelso. Fondamentale per lui sarà il rapporto con Ralph W. Emerson, il quale nel 1836 pubblica anonimamente il saggio Nature, considerato il manifesto del Trascendentalismo americano.

Il Trascendentalismo è un movimento sia filosofico sia poetico sviluppatosi negli Stati Uniti nei primi decenni dell’Ottocento. Tale movimento è paragonabile e per molti aspetti influenzato dal romanticismo e idealismo europeo, definendosi come una loro declinazione nel contesto americano. Il Trascendentalismo, infatti, propone una reazione al razionalismo, opponendovi un’esaltazione della soggettività individuale. Un atteggiamento di questo tipo si manifesta nel rapporto con la società, attraverso l’opposizione a tutte quelle dinamiche mercantilistiche e materialistiche che la dominano. Contemporaneamente si manifesta anche nel rapporto che il singolo intrattiene con la natura, percepita come fatalmente selvaggia e, al contempo, incontaminatamente primigenia.

Le opere

Nel 1839 Thoreau effettua un viaggio in barca della durata di due settimane sui fiumi Concord e Merrimack in compagnia del fratello John, morto prematuramente nel 1842. L’esperienza di viaggio è documentata nel primo libro dello scrittore, A Week on the Concord and Merrimack Rivers.

Nel 1841 Thoreau si trasferisce nella casa degli Emerson, quale discepolo e famulo, assolvendo da maggio a dicembre 1843 al ruolo istruttore del fratello del proprio maestro. Nel 1845 avviene però la svolta. Sulle rive del lago Walden Thoreau decide di costruirsi una capanna su un territorio di proprietà di Emerson. Decide, così, di andarvi a vivere dal 4 luglio di quell’anno fino al 1847. Tale esperienza di vita sarà probabilmente la più decisiva e significativa per Thoreau, il quale la documenterà nel suo libro più noto, Walden; or, Life in the Woods.

Il fallimento editoriale di A Week, pubblicato presso James Munroe a spese dello stesso Thoreau, obbligherà l’autore a svolgere l’attività di agrimensore. Nel 1849 pubblica Resistance to a Civil Government, in seguito rinominato Civil Disobedience. Costante e continuativo, però, è il lavoro di Thoreau sul Walden, corretto e riscritto per ben sette volte prima di essere finalmente pubblicato nel 1854 da Ticknor and Fields.

All’attività di scrittore Thoreau affianca un notevole attivismo sociale, in favore di cause per le quali non si esime dal tenere conferenze. Al 1854 risale la conferenza “Slavery in Massachussets“, data a Framingham a seguito del malcontento generale provocato dall’arresto in quello Stato di uno schiavo fuggitivo. Al 1859 risale invece il discorso “A Plea for Captain John Brown“, tenuto per difendere l’antischiavista John Brown catturato a Harper’s Ferry. Di carattere ambientalista è, infine, la conferenza “Succession of Forest Trees” tenuta alla Midlese Agricultural Society.

Il 3 dicembre 1860 la vita di Thoreau riceve una brusca battuta di arresto, poiché contrae un’infreddatura che evolve in bronchite, per poi diventare tisi. Completamente vano si rivela il viaggio di salute che effettua, insieme al naturalista Horace Mann, in Minnesota. Gradualmente Thoreau è costretto allora ad abbandonare ogni attività lavorativa, a eccezione delle costanti revisioni che svolge su A Week e sul Walden. Thoreau si spegne così il 6 maggio 1862 all’età di 44 anni.

Commenti