HDP nuovamente sotto accusa: chiesto il divieto

Arresti, processi fasulli, campagne mediatiche ostili, appelli al linciaggio e presto, senza dubbio, il divieto del loro partito. Ci vogliono nervi saldi per fare campagna politica per il Partito Democratico Popolare (HDP), la formazione di sinistra e filo-curda di cui Erdogan vuole al più sbarazzarsi.

0
243

Il tribunale supremo della Turchia ha inviato al pubblico ministero un atto d’accusa dove chiede espressamente il divieto del Partito Democratico Popolare filo-curdo (HDP) al pubblico ministero. Vediamo insieme la situazione.

Qual è il responso?

La Corte costituzionale ha stabilito che l’accusa conteneva omissioni procedurali e l’ha rispedita alla Corte di cassazione. Ora la Corte di Cassazione può ripresentare il rinvio a giudizio dopo aver completato gli sbrigli burocratici. Questo cosa significa? Che il caso contro l’HDP è stato rinviato per “un periodo di tempo indefinito”.


Siria, aveva simulato il suo sequestro: ora è indagato


Non è il primo caso

Un alto procuratore ha intentato una causa a inizio di mese chiedendo il divieto dell’HDP, questa volta per presunti legami con gruppi armati curdi. Nonché un divieto politico di cinque anni su oltre 600 membri del partito. La mossa è avvenuta lo stesso giorno in cui le autorità avevano impedito il prominente legislatore HDP e attivista per i diritti umani Ömer Faruk Gergerlioğlu, del suo seggio parlamentare.

La condanna dell’Unione Europea

“Condanniamo fermamente la decisione di privare Ömer Faruk Gergerlioğlu, difensore dei diritti umani e deputato del Partito democratico dei popoli (Hdp), del suo seggio parlamentare e dell’immunità parlamentare il 17 marzo 2021, e la sua successiva detenzione”. Così in una nota congiunta il relatore permanente sulla Turchia del Parlamento Ue, Nacho Sánchez Amor, e il presidente della delegazione della commissione parlamentare mista Ue-Turchia, Sergey Lagodinsky condannano l’accaduto.

Crackdown

Le mosse delle autorità turche contro l’HDP e Gergerlioglu sono state le ultime di un giro di vite durato anni contro il secondo più grande partito di opposizione in parlamento. Decine di parlamentari e sindaci eletti dell’HDP – compreso l’ex co-presidente Selahattin Demirtas – così come migliaia di membri del partito sono stati arrestati con accuse legate al terrorismo. Il co-leader dell’HDP Mithat Sancar ha dichiarato che l’accusa è stata “un imbarazzo in nome della legge e della democrazia”.