Harris accusa Pechino di coercizione nel mar Cinese Meridionale

0
356
Harris accusa Pechino

La vicepresidente americana Kamala Harris, durante la tappa a Singapore del suo viaggio in Asia, accusa Pechino di coercizione e intimidazione nelle acque contese del mar Cinese Meridionale.  Per Harris, “Pechino continua a rivendicare la stragrande maggioranza delle acque del mar Cinese meridionale”. La vicepresidente ha poi esposto gli obiettivi di politica estera dell’amministrazione Biden per l’Asia.

Perché Kamala Harris accusa Pechino di coercizione?

Parlando da Singapore, la vicepresidente americana Kamala Harris ha esposto i principali obiettivi di politica estera dell’amministrazione Biden per l’Asia. Nel suo discorso, Harris ha accusato Pechino di coercizione e intimidazione nelle acque contese del mar Cinese Meridionale. Ha quindi sottolineato che le azioni cinesi “minacciano l’ordine basato sulle regole”. Ha inoltre ribadito il sostegno di Washington agli alleati del Sudest asiatico, un’area “di vitale importanza”. La vicepresidente ha anche esposto la visione degli USA per la regione, costruita sui diritti umani. Ha affermato che gli USA si sono proposti di ospitare una riunione del 2023 del gruppo commerciale Asia-Pacifico APEC di 21 membri, che comprende USA, Cina e Russia.

La Cina è il più grande test geopolitico

L’amministrazione Biden ha definito la rivalità con la Cina “il più grande test geopolitico” del secolo. Harris ha affermato: “Sappiamo che Pechino continua a costringere, intimidire e rivendicare la stragrande maggioranza del Mar Cinese Meridionale. Queste rivendicazioni illegali sono state respinte dalla decisione del tribunale arbitrale del 2016. Le azioni di Pechino continuano a minare l’ordine basato sulle regole e a minacciare la sovranità delle nazioni”.

Harris incontra il primo ministro di Singapore

Harris a Singapore ha incontrato il primo ministro Lee Hsien Loong. I due hanno discusso dell’importanza delle regole e della libertà di navigazione nella regione indo-pacifica, hanno ampliato la cooperazione in materia di sicurezza informatica e gli sforzi per sostenere le catene di approvvigionamento critiche tra i loro paesi.


Leggi anche: Kamala Harris sul lavoro degli USA in Afghanistan