Hanun: la nuova città ai confini di Gaza

Israele ha annunciato che costruirà una nuova città al confine con la Striscia di Gaza. Questa città si chiamerà Hanun

0
767
Hanun

Oggi il governo israeliano ha approvato i piani per la costruzione della nuova città ai confini di Gaza. Secondo le prima fonti, per il momento la cittadina si chiamerà Hanun. Sorgerà ai confini a sud di Sderot, non lontano dal kibbutz Saad. Secondo il premier Benyamin Netanyahu: “E’ una grande notizia per Israele e per tutta la comunità ai confini della Striscia“.

Che cos’è Hanun?

Israele è in subbuglio, tutti i leader dicono che Hanun sarà una grande vittoria. La nuova città costruita sui confini di Gaza, secondo il premier israeliano, sarà una vittoria per tutta la comunità della Striscia. Questo è solo l’inizio, come ha detto Netanyahu: “Continuiamo a sviluppare le città del sud, inclusi moshavim e kibbutzim. Stiamo sviluppando nuovi quartieri a Sderot e Netivot. Devo dirti che c’è una lista d’attesa per ogni casa. Questa è la migliore prova della nostra resilienza nazionale“. La novità è descritta da molti come l’obiettivo raggiunto dopo anni e anni di battaglie. Alla domanda: ” Che cos’è Hanun?”, Netanyahu ha risposto: “È sia un messaggio interno che un messaggio esterno. Siamo lì di fronte a nemici che vogliono sradicarci e scoprono non solo che non siamo sradicati, ma stiamo piantando, costruendo e creando. Questa è una cosa molto grande – questa è l’essenza del sionismo“.

Un progetto per portare nuove persone

Tamir Idan, capo del Consiglio regionale di Sdot Negev ha detto al leader israeliano: “Sono molto eccitato. Questa è una festa per lo Stato di Israele in generale e per le comunità di confine di Gaza in particolare. Ricordo questo incontro, un incontro in cui abbiamo pensato a come far sì che le persone non se ne andassero, come portarne di nuove“. Ha continuato dicendo: “Oggi i residenti delle comunità di confine di Gaza, dopo una decisione del governo davvero coraggiosa e speciale, dopo l’operazione Margine di Protezione, la popolazione delle comunità di confine di Gaza è cresciuta del 30%. Tutti gli insediamenti sono pieni, pieni di vita. Mi hanno chiesto “qual è il segreto?”, Ho risposto loro “comunità, istruzione, potere, sionismo e anche aiuto“. 

Gli israeliani vogliono Hanun

Secondo le parole di Idan, ci sono già 1.000 persone che vogliono vivere nella nuova città. Anche Shay Hajaj, presidente del Centro del Consiglio regionale israeliano ha accolto con piacere la notizia: “La creazione di un nuovo insediamento in questi giorni è di immensa importanza nazionale. Contiene una dichiarazione della determinazione di Israele a continuare a costruire e sviluppare insediamenti in tutte le parti del paese“. Il ministro dell’Istruzione Yoav Gallant ha scritto sui social: “Un nuovo insediamento nella Striscia di Gaza. Nel 2017, come ministro dell’edilizia abitativa, ho presentato al primo ministro Netanyahu la necessità e il piano per la creazione di un nuovo insediamento comunitario nella Striscia di Gaza. Dopo circa tre anni di duro lavoro, è stata approvata la sua formazione al governo. Lo sviluppo e la costruzione del Paese è un dovere, un diritto e un elemento centrale dell’educazione all’amore della Patria“.

Tamir Idan, capo del Consiglio regionale di Sdot Negev