Hamelin propone il Festival Ad occhi aperti

0
272
Hamlin
Miguel Àngel Valdivia, "Ad occhi aperti"

Dal 19 al 26 novembre, l’Associazione Hamelin che dal 2007 al 2021 ha curato il festival internazionale BilBOlbul inaugura Ad occhi aperti. Raccontare per immagini. La rassegna si compone di due progetti legati dal filo rosso del rapporto tra originale e adattamento, sia esso di un’opera già esistente o di uno spazio urbano, luogo in cui vivono storie. Propone quindi il ciclo di incontri Riscritture e il progetto A propria misura


Crescere nei libri: titoli e illustrazioni per ragazzi


Quali appuntamenti ha organizzato l’Associazione Hamelin per Riscritture?

L’Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti di Bologna (via Belle Arti, 54) sarà sede di due degli incontri del ciclo Riscritture. Saranno ospiti artisti provenienti da tutta Europa. Sabato 19 novembre alle 11 saranno presenti la Disegnatrice Mara Cerri e Chiara Lagani, Sceneggiatrice e fondatrice della compagnia teatrale Fanny&Alexander che quest’anno festeggia i 30 anni di attività. Sono le autrici dell’adattamento a fumetti de L’amica geniale di Elena Ferrante (Coconino Press – Fandango), uno dei romanzi italiani contemporanei più letti e tradotti. L’incontro è moderato da Emilio Varrà e realizzato in collaborazione con il Festival La violenza illustrata. Venerdì 25 alle 11 il fumettista olandese Erik Kriek racconterà come ha riscritto i più celebri racconti di H. P. Lovecraft, maestro della letteratura dell’orrore. L’autore ha influenzato innumerevoli opere di fantascienza e horror. A dialogare con lui saranno quindi Gino Scatasta e Matteo Gaspari.

Ad occhi aperti. Raccontare per immagini e A propria misura

Il progetto A propria misura, invece, vedrà l’artista Miguel Àngel Valdivia guidare un gruppo composto da otto ragazzi. Sono gli studenti del terzo anno del Corso di Fumetto e Illustrazione dell’Accademia di Belle Arti. Parteciperanno anche tre nuove voci del fumetto italian, Martina SarritzuDario Sostegni Roberta Scomparsa, e la redazione di Piazza Grande. Il giornale di strada è fondato da persone senza dimora. Mettere insieme artisti e figure impegnate nell’intervento sociale è un modo per raccontare forme diverse di relazione con lo spazio del portico. L’intenzione non dunque è fare fumetto d’inchiesta, ma concentrare lo sguardo su un luogo per osservare la molteplicità di esperienze che può contenere. Le storie a fumetti prodotte nel workshop di Valdivia diventeranno infatti un numero speciale del periodico. Le tavole originali saranno quindi esposte in una mostra che aprirà al pubblico a gennaio 2023. 

Hamelin e la rassegna a Bologna

Riscritture è un progetto curato da Hamelin in collaborazione col corso Erasmus Mundus in Culture Letterarie Europee, Accademia di Belle Arti di Bologna. Cofinanziato dal programma Erasmus+ dell’Unione Europea. In collaborazione con Alliance Française di Bologna, Festival La violenza illustrata, Coconino Press – Fandango, Eris Edizioni. A propria misura è reso possibile con la collaborazione di ABABO e il contributo del Comune di Bologna. Si svolge nell’ambito di Fondazione Rusconi – Arte negli spazi temporanei, un’iniziativa che prevede di destinare temporaneamente e gratuitamente immobili improduttivi a sedi per mostre, eventi culturali o progetti. PHI Hotel Bologna Al Cappello Rosso è partner della rassegna.

Immagine da cartella stampa.