Halloween: la festa più magica e paurosa dell’anno

0
332

Halloween è una ricorrenza di origine celtica che nel XX secolo. Ha assunto negli Stati Uniti forme spiccatamente macabre e commerciali con cui è divenuta nota e spesso criticità. Scopriamo da dove è nata e cosa simboleggia e le curiosità di questa festa.

Halloween: dolcetto o scherzetto?

È una celebrazione osservata in molti paesi il 31 ottobre, alla vigilia della festa cristiana occidentale di Ognissanti. Le attività di Halloween includono la formula ricattatoria trick-or-treat (dolcetto o scherzetto), partecipare a feste in costume, intagliare zucche in jack-o’-lantern, accendere falò, giochi di divinazione, fare scherzi, visitare attrazioni infestate (es. la casa dell’orrore e il treno fantasma), raccontare spaventose storie e guardare film horror. La simbologia della festa è legata alla morte e all’occulto.

La filastrocca

È un’usanza di Halloween che i bambini vadano mascherati di casa in casa. Chiedendo dolciumi e caramelle o qualche spicciolo con la domanda “Dolcetto o scherzetto?”. La parola “scherzetto” è la traduzione dall’inglese trick, una sorta di minaccia di fare danni ai padroni di casa o alla loro proprietà, se non viene dato alcun dolcetto.

La storia risale a tempi remoti

Lo storico Nicholas Rogers, ricercando le origini di Halloween, nota che mentre alcuni studiosi hanno rintracciato le sue origini nella festa romana dedicata a Pomona. La dea dei frutti e dei semi o nella festa dei morti chiamata Parentalia. Ma viene più tipicamente collegata alla festa celtica di Samhain, una festa pagana tipica dei celti. La tesi della derivazione di Halloween da Samhain fu sostenuta da due celebri studiosi di fine XIX secolo, Rhŷs e Frazer secondo il calendario celtico. In uso 2000 anni fa tra i popoli dell’Inghilterra, dell’Irlanda e della Francia settentrionale, l’anno nuovo incominciava il 31 ottobre.

Ognissanti e Halloween: cosa hanno in comune?

Nell’840, sotto papa Gregorio IV, la Chiesa cattolica istituì ufficialmente la festa di Ognissanti per il 1 novembre. Probabilmente questa scelta era intesa a creare una continuità col passato, sovrapponendo la nuova festività cristiana a quella più antica. A conferma, Frazer osservò che, in precedenza, Ognissanti era già festeggiato in Inghilterra il 1 novembre. Questa tesi ha avuto amplissima diffusione. Secondo l’Oxford Dictionary of English Folklore, certamente Samhain erano raduni festivi. Nei testi medievali irlandesi e in quelli più tardi del folclore irlandese, gallese e scozzese. Gli incontri soprannaturali avvengono in questo giorno. Anche se non c’è evidenza che fosse connesso con la morte in epoca precristiana, o che si tenessero cerimonie religiose pagane. L’associazione centrale col tema della morte sembra affermarsi in un periodo successivo. Appare evidente nella più recente evoluzione anglosassone della festa con le sue maschere macabre.

Quota 102 maschera la legge Fornero: E’ Halloween?

La zucca

La zucca di Halloween, nei paesi anglofoni è chiamata col nome di “Jack-o’-lantern”, è uno degli oggetti e simboli principe della festività del 31 ottobre. Si tratta di una zucca scavata a mano, sulla cui superficie sono intagliati i tratti di un volto, solitamente malefico e dal ghigno beffardo. Al suo interno, una volta svuotata della polpa e dei semi, è riposta una candela. Si ritiene che la tradizione di intagliare zucche sia originaria dell’Irlanda. La prima documentazione certa di tale pratica risale tuttavia solo ai primi anni del XIX secolo. Tale pratica era certamente diffusa in tutta l’isola irlandese ed in alcune parti della Scozia. In Nord America la prima attestazione certa di zucche intagliate per la notte di Halloween risale al 1834[23]. Tuttavia è molto probabile che la pratica dell’intaglio si svolgesse anche antecedentemente, ma era un’usanza riconducibile al semplice periodo annuale di raccolta delle zucche. Solo successivamente quindi la zucca sarebbe stata collegata alla festività del 31 ottobre.

La leggenda di “Jack-o’-Lantern”

Esistono molte varianti riguardo alla leggenda di “Jack-o’-Lantern”. La più diffusa e conosciuta è comunque quella di derivazione irlandese: Jack, un fabbro astuto, avaro e ubriacone, una sera al pub incontrò il diavolo. A causa del suo stato d’ebbrezza, la sua anima era quasi nelle mani del demonio, ma astutamente Jack chiese al demonio di trasformarsi in una moneta, promettendogli la sua anima in cambio di un’ultima bevuta. Jack mise poi rapidamente il diavolo nel suo borsello, accanto ad una croce d’argento, cosicché il demonio non potesse ritrasformarsi. Per farsi liberare il diavolo gli promise che non si sarebbe preso la sua anima nei successivi dieci anni e Jack lo lasciò andare.

Dieci anni più tardi, il diavolo si presentò nuovamente

Questa volta Jack gli chiese di raccogliere una mela da un albero prima di prendersi la sua anima. Al fine di impedire che il diavolo discendesse dal ramo, il furbo Jack incise una croce sul tronco. Soltanto dopo un lungo battibecco i due giunsero ad un compromesso: in cambio della libertà, il diavolo avrebbe dovuto risparmiare la dannazione eterna a Jack. Durante la propria vita Jack commise però così tanti peccati che, quando morì, fu rifiutato dal Paradiso. Presentatosi all’Inferno, venne scacciato dal diavolo che gli ricordò il patto, ben felice di lasciarlo errare come un’anima tormentata. All’osservazione che fosse freddo e buio, il diavolo gli tirò un tizzone ardente, che Jack posizionò all’interno di una rapa intagliata che aveva con sé. Cominciò, così, da quel momento a vagare senza tregua alla ricerca di un luogo in cui riposarsi.

Curiosità sulla festa di Halloween

La zucca più pesante del mondo è cresciuta in un giardino svizzero: pesa 2.096 chili tanto quanto una piccola auto. Le lanterne
Zucche e Halloween vanno a braccetto: intagliarle non è solo divertente, ma è anche un modo per spaventare gli spiriti maligni e allontanarli. Seguire le regole: dolcetto o scherzetto è in realtà solo per i bambini di età inferiore ai 12 anni. In alcuni luoghi, gli adolescenti che imbrogliano possono ricevere una multa fino 1000 dollari. Infine non aver paura se vedi un ragno ad Halloween: la tradizione vuole che sia lo spirito di un caro defunto che sta vegliando su di te.