Hagia Sophia in miniatura verrà costruita da Assad

La replica di Hagia Sophia, uno tra i luoghi più simbolici di Istanbul potrebbe essere costruita ad Hama con il supporto russo. Questo gesto mostra l'unità del popolo Siriano per il dialogo intereligioso che da sempre caratterizza Siria.

0
580
agia sophia

Con il recente cambiamento dello status di Hagia Sophia da museo in moschea da parte di Erdogan, la Siria propone la costruzione di un’identica basilica ma in miniatura. La basilica verrà costruita con l’aiuto del suo alleato strategico, la Russia. Una risposta diretta alla politica espansionistica Turca in Siria.

Hagia Sophia rinascera in Siria

Il governo siriano, sotto la guida del presidente Bashar Al-Assad, costruirà una replica in miniatura della Hagia Sophia. Questa è un opposizione del popolo Siriano alla trasformazione dell’edificio da museo a moschea da parte del governo turco.

I Russi aiuteranno per la costruzione

La costruzione della mini Hagia Sophia, avrà luogo nella provincia centrale di Hama. La costruzione sarà assistita dall’importante alleato siriano, la Russia, e mostrerà l’importanza del “dialogo pacifico” tra le principali fedi.

L’idea dell’edificio viene da un uomo di nome Nabeul Al-Abdullah, capo di una milizia lealista pro-Assad all’interno della provincia.

Dopo l’approvazione del vescovo metropolitano della chiesa greco-ortodossa di Hama, Nicolos Baalbaki, i progetti sono poi presentati ai militari russi all’interno della Siria.

La replica sarà costruita appositamente nella città a maggioranza greco-ortodossa di Al-Suqaylabiyah, su un terreno donato dal leader della milizia Al-Abdullah; un team russo all’interno della base militare di Hmeimimim di Latakia sta già lavorando ai progetti di costruzione.

La Siria paese di un dialogo interreligioso pacifico e positivo

Secondo il quotidiano in lingua araba Rai Al-Youm, il legislatore russo Vitaly Milonov ha dichiarato che la Siria è il luogo ideale per la mini replica di Hagia Sophia. La Siria “a differenza della Turchia, è un Paese che mostra chiaramente la possibilità di un dialogo interreligioso pacifico e positivo“.


Erdogan gioca la carta del nazionalismo islamico con Santa Sofia


Politica di Erdogan per rimanere al potere

L’originale Hagia Sophia, con sede nella città di Istanbul, è restituita allo status di moschea dopo che il governo turco ha rovesciato una sentenza del 1934 che l’ha trasformata in un museo.

L’edificio storico, che inizialmente costruito come basilica dall’Impero Bizantino prima di trasformarlo in moschea dopo la conquista ottomana, era un lungo contestato e molti di coloro che si sono opposti alla decisione della Turchia sostengono che avrebbe dovuto essere conservato come museo o trasformato in chiesa.

Dopo le prime preghiere del venerdì che si sono tenute nell’edificio dopo 86 anni la settimana scorsa, paesi come la Grecia hanno condannato il cambio dello status e le figure religiose in Russia e il Papa cattolico a Roma hanno espresso il loro disappunto.

La costruzione di Hagia Sophia in Siria, è una dimostrazione di un popolo unito

L’obiettivo della Siria di costruire una replica dello storico edificio è visto come un gesto riequilibrare la situazione contro le scelte di Erdogan. Tra i donatori nonchè volontari per la costruzione della basilica ci sono molti mussulmani.

La Siria vede la Turchia come un invasore contro la quale sta combattendo nella guerra civile siriana in corso. È anche un gesto simbolico del regime di Assad nei confronti della comunità cristiana siriana, di cui si è posto come protettore.

Commenti