Hacker russi accusati di attacchi informatici nel mondo

Il Dipartimento di Giustizia americano ha annunciato di aver incriminato sei hacker dell’Intelligence russa per numerosi attacchi informatici

0
336
Hacker russi

Sei hacker russi sono accusati, dal Dipartimento di Giustizia americano, di aver violato software, utilizzando un malware distruttivo, per oscurare migliaia di computer e destabilizzare le reti informatiche mondiali.  Gli hacker avrebbero infatti attaccato le elezioni in Francia nel 2017, le olimpiadi invernali a PyeongChang nel 2018, l’Ucraina, la Georgia.

Hacker russi di nuovo in azione?

Il Dipartimento di Giustizia americano ha annunciato di aver incriminato sei hacker russi, accusati di attacchi in tutto il mondo.

I presunti hacker sono ufficiali del Russian Main Intellicence Directorate (GRU), un’agenzia di Intelligence militare dello Stato maggiore delle forze armate russe.

I pubblici ministeri hanno affermato che gli hacker hanno attaccato l’Ucraina, la Georgia, le elezioni francesi del 2017. Inoltre hanno attaccato anche le Olimpiadi invernali a PyenogChang nel 2018, dopo che agli atleti russi è stato vietato di partecipare con la bandiera della nazione a causa del doping sponsorizzato dal governo russo.

Il tribunale distrettuale del distretto occidentale della Pennsylvania ha emesso un mandato di arresto per tutti e sei gli imputati. I pubblici ministeri hanno dichiarato: “Gli imputati hanno causato danni alle reti di computer in tutto il mondo, inclusi Francia, Georgia, Paesi Bassi, Corea del Sud, Ucraina, Regno Unito e USA”. Hanno poi aggiunto: “Da novembre 2015 a ottobre 2019, gli hacker hanno utilizzato alcuni dei malware più distruttivi mai utilizzati al mondo. Tra cui KillDisk e Industroyer, che hanno causato il blackout in Ucraine; NotPetya, che ha causato quasi un miliardo di dollari di perdite a tre vittime; Olimpic Destroyer, che ha interrotto migliaia di computer utilizzati per supportare le Olimpiadi invernali di PyeongChang del 2018”.

Chi sono e di cosa sona accusati gli imputati

Gli imputati sono accusati di cospirazione per condurre frodi e abusi informatici, cospirazione per commettere frodi telefoniche, danneggiamento di computer protetti, furto di identità e frodi telefoniche.

Gli imputati rischiano una pena massima di 27 anni e sono: Yuriy Sergeyevich Andrienko, 32 anni; Sergey Vladimirovich Detistov, 35 anni; Pavel Valeryevich Frolov, 28 anni; Anatoliy Sergeyevich Kovalev, 29 anni; Artem Valeryevich Ochichenko, 27 anni; Petr Nikolayevich Pliskin, 32 anni.

I pubblici ministeri hanno anche riferito che Kovalev avrebbe sviluppato tecniche e messaggi di spear phishing per colpire il partito En Marche del presidente francese Emmanuel Macron, membri del CIO e atleti olimpici e dipendenti dei media georgiani.

Il vicedirettore dell’FBI, David Bowdich, ha dichiarato: “L’FBI ha ripetutamente avvertito che la Russia è un avversario informatico altamente capace. Le informazioni rivelate in questa accusa illustrano quanto siano veramente pervasive e distruttive le attività cibernetiche russe”.


Leggi anche: Hacker russi, cinesi e iraniani prendono di mira le elezioni USA 2020

Commenti