Greta Thunberg: annunciato il documentario prodotto da BBC

0
311

All’ordine del giorno insieme alla pandemia e la politica spicca da tempo il tema sul cambiamento climatico. E proprio quando si parla di esso un nome ormai conosciuto in tutto il mondo fa capolino. Greta Thunberg, l’attivista diciottenne svedese farà parte di un documentario prodotto dalla BBC

Greta Thunberg di cosa tatta il documentario?

La docuserie intitolata Greta Thunberg: A Year To Change The World andrà in onda su BBC One entro la fine dell’anno. Il documentario racconta la lotta dell’attivista mentre cerca di aumentare la consapevolezza del cambiamento climatico e della necessità di ridurre drasticamente le emissioni di carbonio. In tre episodi la Thunberg viaggerà in luoghi in tutto il mondo in cui l’impatto del cambiamento climatico è in fase di accelerazione, comprese le miniere di carbone europee e la prima linea dell’industria petrolifera canadese.

Le riprese

Le riprese sono iniziate nel 2019, quando l’allora sedicenne prese un anno di pausa dalla scuola per diffondere il suo messaggio ambientale in tutto il mondo. Nonostante Greta sia stata costretta ad abbandonare i viaggi internazionali nel 2020 a causa della pandemia, le telecamere hanno continuato a seguirla a casa in Svezia. La data di rilascio deve ancora essere confermata

Gli attacchi contro la giovane attivista

In una nuova intervista, Thunberg ha detto che i politici che la attaccavano era solo una tattica diversiva. “Dato che le persone sono così disperate da non parlare a tutti i costi della crisi climatica, cercheranno di fare di tutto per distrarre“, ha spiegato. Dal suo primo sciopero scolastico in Svezia nel 2015, l’adolescente è stata oggetto di attacchi verbali da parte di artisti del calibro di Donald Trump, Vladimir Putin e Jair Bolsonaro. La Thunberg ha anche condiviso la sua opinione sul piano in 10 punti di Boris Johnson per l’ambiente dicendo che era “meglio di niente”, ma ricevendo molte critiche dalla comunità scientifica.

Crisi climatica: Canada sarà alleato di Biden