Green Pass obbligatorio in Francia: 114 mila in piazza

0
422
Green Pass obbligatorio in Francia

Dopo la decisone del presidente Emmanuel Macron di rendere obbligatorio il Green Pass in Francia, circa 114 mila francesi sono scesi in piazza per protestare. Il volto storico dei Gilet Gialli, Maxime Nicolle, ha affermato che i cittadini sono stanchi delle troppe restrizioni alle loro libertà. Inoltre ha detto che è una follia rendere obbligatoria la vaccinazione per il personale sanitario.

Green Pass obbligatorio in Francia: cos’è successo?

Nei giorni scorsi, dopo l’aumento dei casi di coronavirus e una campagna vaccinale deludente, il presidente francese, Emmanuel Macron, ha annunciato l’introduzione del Green Pass obbligatorio per poter accedere nei ristoranti, bar, teatri, cinema e ai mezzi di trasporto. Inoltra ha introdotto l’obbligo vaccinale per il personale sanitario.  La decisione di Macron ha subito scatenato proteste da parte dei no vax. Ieri in Francia sono scese in piazza quasi 114 mila persone per protestare contro l’obbligo del Green Pass. Secondo i dati forniti dal ministero dell’Interno, nella sola Parigi si sono radunate circa 18 mila persone.

Le dichiarazioni del capo dei Gilet Gialli

Come al solito la protesta è nata negli ambienti estremisti. Uno degli organizzatori della manifestazione contro il Green Pass è Maxime Nicolle, uno dei volti storici dei movimenti dei Gilet Gialli. Nicolle spiega ad Adnkronos che questo è un movimento di cittadini che sono stanchi di essere trattati come bambini e delle troppe restrizioni alla libertà. Secondo Nicolle, che molti ne hanno abbastanza di essere trattati come “deficienti”. Poi afferma che non è un anti vax ma è scettico nei confronti del vaccino contro il coronavirus, perché è ancora in fase di test.

Nicolle ha anche affermato che secondo lui solo le persone vulnerabili dovrebbero ottenere il vaccino, gli altri non dovrebbero avere nessun obbligo, né portare la mascherina. Nicolle infine sostiene che anche renderlo obbligatorio per il personale sanitario è una follia. Secondo lui, il personale sanitario è molto arrabbiato per la decisone del presidente e molti sarebbero pronti a dare le dimissioni.


Francia: corsa al vaccino dopo l’annuncio del green pass