Grave lutto nel mondo del ciclismo: è morto Michele Scarponi

L'azzurro marchigiano è rimasto vittima di un incidente durante un allenamento per il Giro d'Italia

0
405

FILOTTRANO (AN) – Sono da poco passate le otto del mattino quando, sotto gli occhi di decine di automobilisti, il campione marchigiano Michele Scarponi si scontra frontalmente contro un furgone.
La situazione appare subito molto grave, perché Scarponi è rimasto incosciente a terra. Quando i sanitari del 118 arrivano sul posto tentano la rianimazione anche se invano, dato che Scarponi è morto sul colpo.

Bandiera marchigiana Nato a Jesi (AN) nel 1979, Scarponi è stato un simbolo del ciclismo marchigiano (e italiano). L’Aquila di Filottrano, così era soprannominato, con la maglia della Lampre-ISD vinse il Giro d’Italia nel 2011, dopo la squalifica di Alberto Contador.
Questa mattina, nel suo ultimo allenamento si stava preparando per il Giro dove avrebbe indossato la maglia di capitano dell’Astana.

Compagni increduli “Non lo so, non ce la faccio! Non ho parole amico mio…” così Vincenzo Nibali su Twitter, dopo aver appreso la notizia.
Scarponi se ne va così a 37 anni, lasciando la moglie Anna e i loro due figli.

Cordoglio anche da parte della Regione Marche con il presidente Luca Ceriscioli: “Commozione per la morte di Michele Scarponi grande campione nello sport e nella vita. Tutta la comunità marchigiana vicina a familiari”

Commenti