Granturismo crossover elettrica: Lamborghini ci pensa

Stephan Winkelmann conferma che il Gruppo Volkswagen ha accolto di buon grado l'idea di mettersi al lavoro per una Granturismo crossover elettrica Lamborghini da lanciare nel 2028.

0
176
Lamborghini ipotesi Granturismo crossover
Lamborghini pensa ad una Granturismo crossover elettrica.

Lamborghini sta lavorando ad una nuova vettura che dovrebbe approdare sul mercato non prima del 2028. In questa fase non vi sono ancora notizie ufficiali, ma solo diverse indiscrezioni. Nel mese di marzo, l’amministratore delegato Stephan Winkelmann ha rivelato che gli piacerebbe vedere una coupé 2+2 rialzata da terra. Il dirigente tedesco ha poi aggiunto che certamente si tratterà della prima vettura elettrica dell’azienda automobilistica italiana. In questi giorni è emersa una voce relativa al progetto di una granturismo crossover.

Winkelmann non esclude l’idea di una Granturismo crossover

Nei piani della Lamborghini, la Granturismo crossover elettrica dovrebbe avere un’altezza da terra maggiore di quella delle varie Aventador o Huracán. Ad ogni modo, per adesso non si può ancora parlare di un progetto concreto, anche se il Gruppo Volkswagen dovrebbe essere d’accordo con quest’idea. Durante un recente incontro con la stampa, Winkelmann ha spiegato: “Non c’è ancora l’approvazione, ma all’interno del gruppo il progetto è noto e, dal punto di vista della tipologia di prodotto, è visto come molto adeguato e coerente con il Dna e la strategia della Lamborghini perché oggi una GT non l’abbiamo in gamma”.

Grandi cambiamenti per la Lamborghini Urus 2023

Non ci saranno altri ampliamenti della gamma Lamborghini

Winkelmann ha chiarito perché i vertici della Volkswagen e della Lamborghini starebbero guardando con favore all’eventuale produzione di una Granturismo crossover elettrica per il 2028. L’amministratore delegato ha affermato: “Nel mondo del lusso e delle supersportive, la maggior parte dei nostri concorrenti ha delle GT. Quindi, anche secondo il gruppo, sarebbe un addendum più che benvenuto”. Il dirigente ha messo da parte, invece, qualsiasi proposito di ampliare ulteriormente la gamma già esistente: “Oggi non abbiano nessun programma per fare un quinto modello né tantomeno un’altra Suv”. Tuttavia, sapendo che il settore dell’automotive è in costante sviluppo o aggiornamento, Winkelmann ha sottolineato che ciò non vuol dire che tra 10-15 anni la situazione possa nuovamente cambiare.