Grande Fratello Vip, Chi è la concorrente Simona Izzo

Conosciamo meglio una delle protagoniste della seconda edizione del reality show di Canale 5.

0
1636

Tra gli inquilini della casa del Grande Fratello Vip 2 ci sarà l’attrice Simona Izzo, al suo secondo reality show dopo aver partecipato nel 2012 a Pechino Express in coppia con il figlio Francesco, avuto dal noto cantautore romano Antonello Venditti, suo ex compagno.

Nata a Roma il 22 aprile del 1953, da genitori entrambi doppiatori. Ha tre sorelle, la gemella Rossella e le due minori Fiamma e Giuppy, tutte appartenenti al mondo del cinema e del doppiaggio. Debutta in televisione nel 1982 come conduttrice di “Giochi senza frontiere”, un successo che prosegue con alcune serie tv popolari in quegli anni, tra cui: “Orazio”, “Parole e baci” e “Sposerò Simon Le Bon”. Dal piccolo è passata al grande schermo, nel ruolo di attrice e regista delle pellicole “Maniaci sentimentali”, “Camere da letto”, “Io no”, “Tutte le donne della mia vita” e l’ultimo “Lasciami per sempre”, distribuito nelle sale italiane lo scorso aprile. Tra gli altri film a cui ha preso parte, ricordiamo: “Ultrà”, “In camera mia”, “Prestazione straordinaria” e “Simpatici & antipatici”, oltre a curare la sceneggiatura di diverse fiction, da “Caro maestro” a “Lo zio d’America”, passando per “Il Papa buono”, “Il caso Tortora – Dove eravamo rimasti?” e “Pietro Mennea – La freccia del sud”. Negli anni ha spesso condiviso il set con il suo secondo marito Ricky Tognazzi, coppia nel lavoro e nella vita da oltre trent’anni.

“Partecipo per riposarmi un po’ e per fuggire dalla mania di controllare le persone a me care – racconta tra le pagine del settimanale Tv Sorrisi e Canzoni – ho la sindrome della ‘sentinella’. Mi mancherà la mia famiglia, sono una monogama seriale e ormai anche ossessiva. Nella Casa porterò delle barrette dietetiche, foto, un oggetto o un indumento di ogni persona cara. Non mi spaventa nulla. Temo la smania esibizionistica del litigio. Il mio contributo sarà collaborativo: amo accudire. Detesto stirare ma mi piace lavare i piatti e pulire la cucina. Ai coinquilini infastidirà la mia logorrea, ma apprezzeranno il mio essere una mediatrice. So fare da paciere”.