Governatore di New York dichiara violenza armata emergenza sanitaria

New York è diventato il primo Stato degli USA a dichiarare un ordine di emergenza per affrontare l’aumento della violenza armata

0
277
Governatore di New York

Dopo il crescente aumento della violenza armata a New York, il governatore Andrew Cuomo ha firmato un ordine esecutivo nel quale dichiara la violenza armata un’emergenza sanitaria. New York diventa così il primo stato degli USA a dichiarare un ordine di emergenza per affrontare la violenza armata. Negli ultimi tempi gli Stati Uniti hanno registrato un picco di casi di violenza armata. Nell’ultimo weekend si sono verificate oltre 400 sparatorie e 150 morti. Anche il presidente Joe Biden ha definito la violenza armata un’epidemia e ha presentato un programma per combattere la violenza.

Cosa ha dichiarato il governatore di New York?

La violenza armata negli Stati Uniti sta dilagando. Nel weekend del 4 luglio, negli USA almeno 150 persone hanno perso la vita dopo essere state colpite da colpi d’arma da fuoco in oltre 400 sparatorie. A New York, dove il livello di violenza è in crescita, si sono registrate 26 vittime di 51 sparatorie. Il governatore di New York, Andrew Cuomo, durante il suo ultimo briefing, ha dichiarato la violenza armata un’emergenza sanitaria.

Nel dare l’annuncio, Cuomo ha affermato: “Stiamo ricostruendo New York meglio che mai, ma parte della ricostruzione sta affrontando le ingiustizie sistemiche che sono state esposte dal Covid-19. Se guardiamo i numeri recenti, più persone stanno morendo per violenza armata e criminalità rispetto a Covid – questo è un problema nazionale, ma qualcuno deve farsi avanti e affrontare questo problema perché il nostro futuro dipende da questo. Proprio come abbiamo fatto con il Covid, New York guiderà ancora una volta la nazione con un approccio globale alla lotta e alla prevenzione della violenza armata, e il nostro primo passo è riconoscere il problema con una prima emergenza disastrosa nella nazione sulle armi da fuoco. Quando vediamo un’ingiustizia non guardiamo dall’altra parte, ci alziamo e combattiamo perché questo è il modo di New York”.

Cosa prevede l’ordine esecutivo?

L’ordine esecutivo firmato dal governatore prevede lo stanziamento di 138,7 milioni di dollari ai programmi di intervento e prevenzione contro la violenza armata. I fondi saranno destinati alla creazione di un ufficio per la prevenzione della violenza armata, che sarà supervisionato dal dipartimento della Salute di New York; richiedere ai dipartimenti di polizia di fornire i dati sulle sparatorie; investire oltre 76 milioni di dollari in programmi di lavoro per i giovani a rischio; lotta al flusso di armi da fuoco provenienti da Stati terzi.


Leggi anche: New York City: chi sarà il prossimo sindaco?