Governatore della Florida firma il divieto di proteste davanti alle case

0
167
USA: governatore della Florida firma il divieto di proteste davanti alle case

In Florida le persone che protestano davanti alle case d’ora in poi rischiano il carcere e multe in base a un disegno di legge firmato dal governatore repubblicano Ron DeSantis. I repubblicani, che si professano paladini della libertà, sembrano diventare sempre più autoritari.

USA: governatore della Florida firma il divieto di proteste davanti alle residenze private?

Il governatore della Florida, Ron DeSantis, ha firmato un disegno di legge che vieta alle persone di protestare davanti alle case. La legge, che entrerà in vigore il 1° ottobre, renderà un reato di secondo grado protestare in un modo inteso a molestare o disturbare intenzionalmente qualcuno nella propria casa. I trasgressori rischiano 60 giorni di carcere e multe fino a 500 dollari. Tuttavia i manifestanti possono essere arrestati solo dopo aver ignorato gli ordini delle forze dell’ordine di disperdersi.

Il governatore DeSantis ha affermato che ha preso tale decisione per impedire le proteste in Florida come quelle intraprese dai manifestanti per i diritti all’aborto davanti alle case dei giudici della Corte Suprema in Virginia. “Inviare folle indisciplinate in residenze private, come abbiamo visto con la folla inferocita davanti alle case dei giudici della Corte Suprema, è inappropriato. Questo disegno di legge fornirà protezione a coloro che vivono in comunità residenziali e sono lieto di firmarlo in legge“, ha affermato DeSantis.

DeSantis contro la Disney

Nello stesso giorno, DeSantis ha nuovamente attaccato la Disney. Il governatore ha dichiarato che vuole che lo Stato, non i governi locali, abbiano il controllo sul distretto speciale della Disney. DeSantis ha iniziato a litigare con la Disney dopo che quest’ultima si è opposta alla legge sull’istruzione firmata dal governatore, nota dai critici come il disegno di legge “Don’t say gay”. Il mese scorso, DeSantis ha firmato in disegno di legge che mette a nudo l’autonomia municipale di lunga data della Disney nei suoi parchi a tema con sede a Orlando.  I funzionari della Disney hanno ribattuto che la società ha bisogno della sua indipendenza per costruire il proprio parco a tema e la propria città. Hanno quindi avvertito che lo Stato della Florida si accolla miliardi di debiti se la situazione cambia.


Leggi anche: Florida: governatore firma la legge “Don’t Say Gay”

La faida tra la Florida e Disney: DeSantis sfida Topolino