Gorilla e tigri aumentano: le vittorie della conservazione

Gli sforzi per proteggere questi animali sembrano funzionare. I numeri di gorilla e tigri aumentano. Per il momento scongiurata l'estinzione.

0
307
gorilla

Buone notizie dal campo della conservazione della natura: i numeri di gorilla di montagna e tigri crescono!

Gli sforzi per salvare questi animali sembrano finalmente aver dato i risultati sperati.

Le foreste dei gorilla

I gorilla di montagna (Gorilla beringei beringei) vivono nelle foreste montane situate nel cuore dell’Africa dove si incontrano i confini di Uganda, Ruanda e Repubblica del Congo.

Si tratta di alcuni dei più rari cugini dell’uomo con il quale condividiamo il 98% del DNA

Intorno agli anni 80 la specie era al collasso contando appena 350 individui. Oggi, dopo anni di manovre per la conservazione e strategie per coinvolgere le popolazioni locali, si è arrivati ad avere circa 1000 gorilla di montagna.

La creazione di buffer zone (zone “cuscinetto”) attorno alle riserve dei gorilla di montagna, dedicate alle visite da parte dei turisti, ha permesso alla gente del luogo di contribuire, guadagnandosi da vivere, alla conservazione stessa dei primati lavorando come guide per accompagnare i turisti o vendendo loro articoli di ogni genere.

Leggi anche:

La pandemia in corso mette in pericolo anche loro

Purtroppo, però, i vari sforzi e risultati ottenuti per proteggere questi magnifici animali potrebbero sfumare in poco tempo. Il virus che ha bloccato tutto per diversi mesi rischia, indirettamente, di mettere in pericolo anche i gorilla.

Con i viaggi cancellati e le frontiere chiuse non si ha più quell’afflusso di turisti tramite i quali i locali si guadagnavano da vivere.

In questo modo diverse persone, spinte dalla mancanza di denaro, potrebbero ripiegare su alternative illegali e dannose per l’ambiente, come ad esempio il bracconaggio.

I gorilla del fiume

Ma un altra vittoria arriva anche per un altro raro primate.

Lungo le sponde del Cross River, in Nigeria, vive una sottospecie di gorilla. Chiamato appunto gorilla di Cross River (Gorilla gorilla diehli) questa specie è in pericolo critico, prossima quasi all’estinzione.

Recentemente sono state scattate diverse foto di alcuni cuccioli, il che fa ben sperare per il futuro della specie (ne esistono attualmente poco più di 300 esemplari).

La rivincita della tigre

gorilla

Non diversa, da quella dei gorilla di montagna, è la situazione della tigre: in 10 anni i suoi numeri sono raddoppiati!

Nonostante minacciata da distruzione di habitat e traffico illegale di animali, soprattutto in Cina, questa notizia fa ben sperare non solo per il futuro di questo predatore ma anche per quello di tutti gli altri animali con cui condivide l’ecosistema, uomo compreso.

Raggiunti questi risultati è importante, adesso e più di prima, continuare a preservare questi numeri e attuare nuove strategie per allontanare sempre più queste specie dal punto di non ritorno dell’estinzione.

Commenti