Gore Vidal, l’ autore dell’ opera “La statua di sale”

0
143
gore vidal

Gore Vidal, è il nome d’ arte dell’ americano Eugene Luther, che è un attore, saggista, drammaturgo americano. Inoltre, Vidal è uno sceneggiatore, scrittore, ed autore di diversi romanzi e films di successo, come “Improvvisamente l’ estate scorsa”, di Joseph L. e “Ben- Hur” di William Wyler. Vidal produce il cortometraggio “Trailer for a Remake of Gore Vidal’ s Caligula”, ed altre opere, tra cui documentari e lungometraggi come “Roma” di Fellini, poi “110 e lode” di Honors”, ed altre.

Gore Vidal e la biografia

Gore Vidal, nasce a West Point il 3 ottobre 1925, e muore a Los Angeles il 31 luglio 2012. Il padre Eugen Vidal, lavora come istruttore aeronautico, all’ Accademia militare degli USA, mentre la madre è Nina Gore. Eugene, cresce ad Washington, dove studia alla St. Albans School, ed alla Philip Exeter Academy. In seguito, Vidal decide di entrare nell’ esercito americano, come riservista. Inoltre, Vidal abita in Italia per trent’ anni a Roma, e diviene membro onorario della “National Secular Society”.

Gore Vidal e l’ opera

Vidal scrive due romanzi tra cui “Williwaw” e “La statua di sale”. Nella prima opera, l’ autore racconta le diverse esperienze militari, nell’ Alaskan Harbor Detachment. Mentre nella seconda opera, lo scrittore narra le vicende di Jim Willard, che è un ragazzo borghese, bello, atletico, che si innamora del migliore amico. Tuttavia, Vidal ricorda la relazione con Jimmy Trimble,  durante l’ esperienza militare. Ma durante lo sbarco militare di Iwo Jima, il compagno Jimmy muore in battaglia. Di fatto, il romanzo esprime le vicissitudini militari e gli elogi al compagno. A fronte di ciò, il romanzo suscita grande attenzione del pubblico e le critiche della stampa americana.

Gore Vidal ed altre opere

L’ autore, in seguito alle critiche sull’ opera “la statua di sale”, intraprende la carriera teatrale e televisiva. Di conseguenza, Vidal scrive le commedie “The best man” e “Visit to a Small  Planet”, che riscuotono un grande successo, anche per la versione televisiva. Nel 1952, l’ autore pubblica “Il giudizio di Paride”, e nel 1954 nasce “Messiah”. In seguito,  Vidal lavora come autore per MGM, e dopo, come collaboratore di Christofer Fry, nelle sceneggiature a Cinecittà. Nel 1994, lo scrittore compone “Palinsesto”, e “Navigando a vista”. Vidal nel 1964, scrive il romanzo “Giuliano”, in cui narra le vicende politiche, militari e private dell’ imperatore di Roma Giuliano.

Gore Vidal ed i saggi

Negli anni settanta, Vidal decide di scrivere dei saggi con la distinzione di due temi, ovvero: i romanzi storici sulla storia dell’ America, e argomenti sul mondo antico. A fronte di ciò, l’ autore scrive diversi romanzi storici americani come: “Burr, Lincoln, Impero, Hollywood, L’ età dell’ oro”. Mentre, per le escursioni antiche, tra le opere principali figurano: “Creazione, Myron, Kalki, Duluth, Live from Golgotha, The Smithsonian Institution, Armageddon”.

Vidal e la politica

Nel 1960, Vidal presenta la candidatura alle elezioni del Congresso, ma perde. In seguito,  lo scrittore perde le elezioni primarie, del Partito Democratico, contro l’ avversario Jerry Brown. Nel 1967, Vidal scrive “Washington D. C.” che è il primo volume, del ciclo storico “Narratives of Empire”, in cui l’ autore tratta i temi politici, istituzionali dell’ America. Di conseguenza, Vidal narra i 150 anni della storia americana, dai fondatori della Nazione alla Guerra fredda.  A fronte di ciò, gli altri volumi sono: “Burr, Lincoln, Il Candidato, Impero, Hollywood, L’ età dell’ oro”.

La commedia satirica “Myra Breckinridge”

Nel 1968, Vidal scrive la commedia, satirica transessuale “Myra Breckinridge”, in cui l’ autore narra di una “neo- donna”, che in seguito al cambio di genere, decide di diventare la vedova di se stesso. Inoltre, nelle vicende della commedia, Myra chiede allo zio, la gestione di una scuola per ambiziosi artisti, nello scenario di Hollywood. Di conseguenza, l’ autore ottiene un grande successo nelle opere satiriche, e realizza in poche settimane la vendita di tre milioni di copie.

La morte

Gore Vidal, muore ad Hollywood nella sua casa, il 31 luglio del 2012, ad ottantasette anni. Inoltre, la salma dello scrittore, viene portata ad Washington, nel cimitero di Rock Creeck.

Commenti