Google-Fitbit: per l’acquisizione l’UE lancia un sondaggio

La Commissione Europea ha detto che la sua indagine dovrebbe essere completata entro il 9 dicembre. In risposta, il gigante della tecnologia ha dichiarato che avrebbe collaborato al processo.

0
267
Google-Fitbit

La Commissione europea effettuerà un sondaggio su vasta scala nell’acquisizione di Google-Fitbit. L’annuncio fa seguito a una revisione preliminare. Minaccia di far deragliare l’acquisto dell’azienda di fitness tracking. Arriva nonostante la promessa di Google di non utilizzare i dati sanitari di Fitbit per il targeting degli annunci.

La società madre di Google Alphabet ha concordato un acquisizione di $ 2,1 miliardi della società tecnologica indossabile lo scorso anno. Tuttavia, l’accordo deve ancora essere completato.

“La commissione teme che l’operazione proposta rafforzerebbe ulteriormente la posizione di mercato di Google nella pubblicità online. Aumentando la già vasta quantità di dati che Google potrebbe utilizzare. Questo per la personalizzazione degli annunci che pubblica e visualizza”. Ha affermato l’autorità di regolamentazione.

In risposta, il gigante della tecnologia ha dichiarato che avrebbe collaborato al processo. “Apprezziamo l’opportunità di lavorare con la Commissione europea. Faremo in modo che l’accordo risponda alle aspettative dei consumatori. In merito ai loro dispositivi indossabili”. Ha scritto il capo dei dispositivi di Google Rick Osterloh.

Dati preziosi

Fitbit, con sede in California, è stato il pioniere nel mercato del fitness tracker. Lanciando il suo primo dispositivo nel 2009. Attualmente ha circa 30 milioni di utenti attivi. Ha venduto oltre 100 milioni di gadget fino ad oggi.

Tuttavia, attualmente si colloca dietro Apple, Xiaomi, Samsung e Huawei. In termini di tecnologia indossabile. Dati secondo la società di ricerche di mercato IDC.

Ha registrato una perdita di $ 132 milioni nei suoi ultimi risultati annuali. Dato di vendite che era diminuito per il quarto anno consecutivo. Nonostante il lancio del suo smartwatch Versa 2.

Gli analisti hanno suggerito che parte dell’attrazione per Google era il fatto che Fitbit aveva stretto collaborazioni con diversi assicuratori. Inoltre anche un programma sanitario governativo a Singapore.

Mentre la Commissione europea ha affermato che la sua principale preoccupazione è il “vantaggio dei dati” che Google otterrà. Per pubblicare annunci sempre più personalizzati attraverso la sua pagina di ricerca. L’indagine esaminerà:

  • gli effetti della fusione Google-Fitbit sul nascente settore sanitario digitale in Europa;
  • se Google ha i mezzi e la capacità di rendere più difficile il funzionamento dei dispositivi indossabili concorrenti con il suo sistema operativo Android.

Da parte sua, Google ha esplicitamente negato che la sua motivazione sia quella di controllare più dati.

“Riteniamo che la combinazione degli sforzi hardware di Google-Fitbit aumenterà la concorrenza nel settore. Rendendo la prossima generazione di dispositivi migliore e più economica.” Ha scritto Osterloh. “Questo accordo riguarda i dispositivi, non i dati. Siamo stati chiari fin dall’inizio che non utilizzeremo i dati di salute e benessere di Fitbit per gli annunci di Google”.

La Commissione europea ha riconosciuto questo impegno. Ma ha anche dichiarato che “non è sufficiente a risolvere chiaramente” le sue preoccupazioni.

Google-Fitbit e le promesse sui dati

Un attivista per i diritti digitali ha accolto con favore l’intervento della Commissione. “Google e la sua società madre Alphabet hanno già un controllo senza precedenti su gran parte del mondo digitale”. Ha dichiarato Wolfie Christl di Cracked Labs. Un istituto di ricerca austriaco. “Vogliono anche avere dati di salute. Consentire loro di acquisire Fitbit senza ulteriori obblighi sarebbe un passo importante in questa direzione. Quindi non dovrebbe accadere.”

La Commissione europea ha motivo di diffidare della promessa di Google di limitare l’uso dei dati Fitbit.

Nest, produttore di termostati intelligente, si è impegnato a mantenere separati i suoi dati utente da quelli di Google. Dopo che sono stati acquisiti nel 2014. Ma Google ha iniziato a chiedere agli utenti di unire i log nel 2019. Anche altre ditte tecnologiche hanno rinunciato a garanzie simili.

Controllo antitrust

La Commissione europea si è pronunciata contro Google in tre precedenti casi di concorrenza. Riguardano:

  • Servizio di pubblicità online di AdSense
  • Piattaforma di annunci commerciali
  • Utilizzo di Android per promuovere la propria attività di ricerca

Inoltre, l’ente regolatore sta valutando l’opportunità di avviare un’indagine su vasta scala. Google affronta anche un maggiore controllo antitrust negli Stati Uniti.

Il suo amministratore delegato Sundar Pichai ha affrontato diverse accuse di comportamento anticoncorrenziale. Proprio la scorsa settimana quando è stato interrogato dal Congresso. Accuse secondo cui Google aveva un controllo eccessivo sull’acquisto e la vendita di annunci online.

Inoltre, il comitato giudiziario del Senato ha dichiarato di pianificare la propria audizione sul “dominio di Google nella pubblicità online” il 15 settembre.

Commenti