Guido Migliozzi (143 – 73 70, +3), ha effettuato un ottimo secondo giro in 70 colpi, miglior score del turno e unico in par, e ha allungato decisamente il passo nel Duke of York Young Champions Trophy, che si disputa sul difficile percorso del Royal St.George’s Golf Club (par 70), a Sandwich in Inghilterra.
Il portacolori del Cub della Montecchia si è anche reso autore di una “hole in one” centrando con un solo colpi la buca 6, par 3 di 176 yards, utilizzando un ferro sette. L’azzurro inizierà il giro finale con quattro colpi di vantaggio sull’inglese Jack Singh Brar (147, +7), sei sullo scozzese Bradley Neil (149, +9) e sette sull’irlandese Robin Dawson e sul norvegese Kristian Johannessen (150, +10).
Nella classifica unica sono al sesto posto con 151 (+11) la svedese Emma Svensson e la statunitense Nicole Morales, ma ha recuperato Roberta Liti, ottava con 152 (77 75, +12) alla pari con la sudafricana Ji Sun Kang e con la finlandese Karina Kukkonen, e potrà dire la sua nella corsa al primato tra le ragazze.
“Ci sono voluti due rimbalzi – ha detto Migliozzi – perché la palla andasse a bersaglio per la mia prima buca in uno in una competizione. C’è stata sicuramente un po’ di fortuna, ma ho giocato veramente bene, anche a dispetto del vento che soffiava sicuramente più forte di ieri. Ho sbagliato solo tre colpi in tutto il giro. La chiave in questo percorso sta nell’evitare i bunker e nell’avere un ottimo feeling con il putter”. Oltre all’ace Migliozzi ha segnato un birdie e tre bogey.
La Liti, che difende i colori del GC L’Abbadia, ha girato in 75 (+5) con un birdie e sei bogey. Al torneo prendono parte giocatori 55 giocatori provenienti da 32 nazioni..
Primo giro – Guido Migliozzi è al comando con 73 (+3) colpi dopo il primo giro del The Duke of York Young Champions Trophy, che si disputa sul percorso del Royal St.George’s Golf Club (par 70), a Sandwich in Inghilterra. Nella classifica unica, il portacolori del Club della Montecchia precede il norvegese Kristian Johannessen, secondo con 74 (+4), l’inglese Jack Singh Brar, lo scozzese Bradley Neil, l’irlandese Robin Dawson, il danese Alexander Frances, la statunitense Nicole Morales e la finlandese Karina Kukkonen, terzi con 75 (+5), le ultime due prime delle ragazze. E’ al 12° posto con 77 (+7) l’altra rappresentante dell’Italia Roberta Liti, quarta tra le giovani.
“Ho giocato molto bene – ha detto Migliozzi – in condizioni difficili per il forte vento. In particolare ho effettuato ottimi approcci e ho avuto un bel rapporto con il putter. Ho giocato spesso sui links, ma per la verità preferisco affrontarli in giornate soleggiate”. Nel suo score due birdie, di cui uno ottenuto con un putt di circa sei metri, tre bogey e un doppio bogey. Per la Liti, che difende i colori del GC L’Abbadia, un eagle, frutto di un approccio imbucato da 70 yards alla buca 10 (par 4, yards 338)), sette bogey e un doppio bogey.
Al torneo, che si svolge sulla distanza di 54 buche, prendono parte giocatori 55 giocatori provenienti da 32 nazioni..
Prologo – Roberta Liti e Guido Migliozzi prendono parte al The Duke of York Young Champions Trophy, che si svolge dal 10 al 12 settembre sul percorso del Royal St.George’s Golf Club, a Sandwich in Inghilterra.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here