Era il 1° aprile 2004 quando Google annunciò un’importante novità: l’apertura del suo servizio di posta elettronica, Gmail. In questi anni la piattaforma si è affermata come una delle più utilizzate al mondo, potendo contare su circa 1,5 miliardi di utenti che vi accedono quotidianamente. E pensare che, quando fu presentata al pubblico, offrendo fin da subito 1 GB di spazio gratuito ad una velocità pari a quella del motore di ricerca, in molti pensarono ad uno scherzo, ritenendo che non fosse possibile (in quel periodo) avere a disposizione una email così veloce ed efficiente.

Invece in questi 15 anni Gmail si è imposta come una vera e propria realtà nel settore della posta elettronica, introducendo anche una serie di funzioni utili per contrastare il triste fenomeno degli Spam, garantendo al contempo anche uno spazio di archiviazione in costante aggiornamento ed un’attività di ricerca più immediata. Ad esempio, ad oggi, grazie al contributo dell’intelligenza artificiale, si riescono a bloccare ben 10 milioni di mail inutili al minuto.

Inoltre, non bisogna dimenticare che il colosso di Mountain View è stato uno dei primi a programmare il sito per una concreta lettura tramite smartphone (che in quel periodo non erano di certo diffusi come oggi), introducendo una serie di schede che permettevano (e permettono tuttora) di distinguere e classificare i messaggi in base al contenuto e alla rilevanza. E per dimostrare che lo sviluppo del suo servizio è ancora in piena crescita, in occasione del 15° anniversario dalla nascita di Gmail, Google ha introdotto due importanti novità.

La prima riguarda la funzione che permette di programmare l’invio dei messaggi di posta elettronica, fornendo agli utenti la possibilità di stabilire quando far partire le mail selezionate, senza doverle necessariamente mandare in tempo reale, ma decidendo liberamente l’orario in cui farle giungere ai rispettivi destinatari. La seconda, invece, consiste in una serie di aggiornamenti di Smart Compose, il sistema che consente di scrivere i testi più velocemente grazie all’ausilio dell’intelligenza artificiale.

La funzione era già disponibile in lingua inglese ma, proprio nel giorno del compleanno di Gmail, la società statunitense ha comunicato che ora è utilizzabile anche in italiano, portoghese, spagnolo e francese. Inoltre non è più un’esclusiva soltanto per smartphone Pixel 3, ma è approdata anche sui dispositivi con sistema operativo Android, e prossimamente sarà fruibile anche su iOS. Al contempo, la modalità di scrittura è stata ulteriormente migliorata: Smart Compose, infatti, sarà in grado di “apprendere” dall’utente lo stile da usare a seconda delle circostanze, suggerendo quindi delle frasi differenti in base al tipo di mail che ci si appresta ad inviare, e la stessa cosa avverrà anche con l’oggetto della posta elettronica.

Infine da Mountain View hanno annunciato che sarà possibile ricorrere a Gmail per digitare dei commenti in Google Documenti e per portare avanti altre attività senza essere costretti ogni volta a disconnettersi dall’applicazione o ad aprire nuove schede di lavoro, giacché si potrà contare sulle cosiddette “finestre contestuali” che compariranno all’interno di quella principale. Dunque, festeggiamenti in grande stile per il servizio di posta elettronica della società californiana, che ha deciso di regalarsi e di regalare ai propri clienti una serie di aggiornamenti per rendere ancora più originale il 15° compleanno della popolare Gmail.

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here