Global Conference on Wine Tourism: Alba tra le candidate

0
2181
Venturini Baldini Lambrusco
Venturini Baldini Lambrusco: un ottimo vino per una pausa frizzante

La Global Conference on Wine Tourism è giunta alla sua quinta edizione. Potrebbe essere Alba nel 2022 ad ospitare l’evento dedicato al turismo enologico, organizzato dalla World Tourist Organisation.

World Tourist Organisation

L’organizzazione mondiale del turismo è l’agenzia specializzata delle Nazioni Unite con sede a Madrid. Essa si occupa del coordinamento delle politiche turistiche promuovendo lo sviluppo di un turismo sostenibile. Proprio la World Tourism Organization annunciò via Twitter la scelta del Bel Paese come sede ospitante dell’evento. Già nel 2021, anno in cui avrebbe dovuto svolgersi ma poi rimandato a causa della pandemia. Una nomina importante per il nostro paese, che mette in luce quanto sia eccellente il binomio turismo-enogastronomia in Italia. Un’occasione di livello mondiale per far conoscere nel mondo la nostra produzione enologica, sia per qualità che per quantità.


I migliori vini rossi italiani regione per regione


Global Conference on Wine Tourism: Alba tra le destinazioni scelte

Insieme ad Alba a proporsi sono state le Langhe, il Monferrato e il Roero. Tra i territori più attivi in termine di produzione non poteva infatti mancare il Piemonte. Conosciuto per le sue grandi etichette e aziende agricole. La Global conference on Wine Tourism è il più grande forum mondiale dedicato al turismo vinicolo. Un grande onore poterla ospitare. A presentare la candidatura per Alba, il sindaco della città e l’assessore al turismo. Consapevoli delle eccellenze del territorio si sono detti pronti a portare avanti una candidatura di tale prestigio. Sarebbe una vetrina perfetta ospitare quest’evento, cogliendo l’occasione per raccontare Alba anche per la sua storia e per presentare tutti i suoi prodotti tipici.