Gli USA vogliono coinvolgere l’Autorità Palestinese

Un funzionario del Dipartimento di Stato ha affermato che l’obiettivo degli aiuti è quello di reintrodurre l’AP a Gaza

0
187
Gli USA vogliono coinvolgere l’Autorità Palestinese

Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha concluso il suo tour in Medio Oriente. Gli USA hanno affermato che vogliono coinvolgere l’Autorità Palestinese per far arrivare gli aiuti a Gaza. L’amministrazione Biden spera che questo possa reintrodurre l’AP a Gaza spodestando Hamas. Tuttavia molti esperti affermano che questo non sarà facile soprattutto perché l’AP in questo momento è molto limitata. Inoltre sottolineano che questo potrebbe dare un ulteriore spinta ad Hamas.

Gli USA vogliono coinvolgere l’AP?

Nei giorni scorsi il segretario di Stato americano Antony Blinken ha intrapreso un tour in Medio Oriente per assicurarsi che venga mantenuto il cessate il fuoco tra Israele e Hamas. Alla fine del tour Blinken ha promesso che gli USA lavoreranno per l’uguaglianza per i palestinesi e allo stesso tempi assicureranno il sostegno a Israele. L’obiettivo principale dell’amministrazione Biden con l’Autorità Palestinese (AP), insieme alle Nazioni Unite, all’Egitto e ai paesi del Golfo, per convogliare gli aiuti a Gaza. L’amministrazione statunitense ha quindi come obiettivo quello di garantire che Hamas non benefici degli aiuti e di reintrodurre l’AP a Gaza.  

L’Autorità Palestinese, che è comandata dal partito Fatah, è rimasta in gran parte ai margini nella recente escalation di violenza. L’AP ha esercitato un’autorità limitata a Gaza da quando Hamas ha preso il controllo dell’enclave costiera nel 2007, a seguito di una breve guerra civile tra Fatah e Hamas, dopo che quest’ultimo ha vinto le elezioni nel 2006.  L’AP governa parte della Cisgiordania occupata.

Non sarà facile reintrodurre l’Autorità Palestiense a Gaza

Molti esperti hanno messo in dubbio l’entusiasmo degli USA di trattare con l’Autorità Palestinese. L’AP è stata accusata di inerzia tra le proteste per l’espulsione forzata di famiglie palestinesi dal quartiere di Sheikh Jarrah a Gerusalemme Est occupata e le repressioni da parte delle forze di sicurezza israeliane nel complesso della moschea di Al-Aqsa. Julie Norman, docente di relazioni internazionali all’University College di Londra, ha detto ad Al Jazeera che l’AP è vista come una forza di resistenza debole. Norman ha affermato che il desiderio dell’amministrazione Biden di consegnare gli aiuti a Gaza in modo da avviare un processo di reintroduzione e reintegrazione, si spera, dell’Autorità Palestinese a Gaza, non è particolarmente fattibile e potrebbe ritorcersi contro.

Norman ha inoltre sottolineato che potrebbe portare ulteriori consensi ad Hamas. Ha detto: “In termini di popolarità effettiva, supporto e capacità di fare molto sul campo, l’AP è molto limitata in questo momento. Sarà una battaglia molto ardua per gli USA che l’Autorità Palestinese sia il canale principale per questi aiuti e per ridare forza alla Palestina o ai palestinesi. E potrebbe solo rompere ulteriormente il divario Fatah-Hamas in un modo che potrebbe rendere le cose ancora più difficili in futuro”.


Leggi anche: Su Israele e Gaza: l’ONU avvia un’indagine sulle violazioni dei diritti…