Gli USA accusano la Russia di condurre una campagna di disinformazione e propaganda

Un nuovo rapporto del Dipartimento di Stato USA accusa la Russia di condurre una campagna di disinformazione e di propaganda.

0
232
Gli USA accusano la Russia
Stati Uniti vs Russia.

Gli USA accusano la Russia di condurre una campagna di disinformazione e propaganda. Questo è quanto emerge da un rapporto del Dipartimento di Stato americano. Secondo tale rapporto, la Russia utilizzerebbe siti di notizie filo-Cremlino per promuovere la sua agenda. In particolare. la disinformazione russa si concentra sulla pandemia da coronavirus.

Gli USA accusano la Russia: il rapporto del Dipartimento di Stato

Il rapporto del Dipartimento di Stato USA pubblicato mercoledì accusa la Russia di promuovere una campagna di disinformazione e propaganda. La Russia utilizzerebbe vari metodi. Uno di questi è quello di promuovere l’agenda del Cremlino attraverso siti di notizie filo-Russia.

Il rapporto inoltre evidenzia che Mosca sta spingendo molto sulla disinformazione relativa alla pandemia da coronavirus.

Lo stesso giorno della pubblicazione del rapporto, il Dipartimento ha rivelato che vi sarà una ricompensa fino a 10 milioni di dollari per informazioni che portano alla identificazione o all’ubicazione di qualsiasi persona che, agendo sotto il controllo di un governo straniero, interferisca in USA 2020. A rilasciare la dichiarazione è il Segretario di Stato Mike Pompeo.

Inoltre, nel rapporto il governo americano accusa anche Cina e Iran di aver condotto delle teorie di cospirazione sulla pandemia. Queste teorie includono anche false affermazioni sull’origine del virus negli USA.

Il documento sottolinea anche che tra febbraio e aprile 2020 sette siti pro-Cremlino hanno creato disinformazione. Avrebbero anche amplificato narrazioni favorevoli alla Russia e critiche nei confronti degli USA. In particolare, il fenomeno di disinformazione riguardava la pandemia da Covid-19.

In particolare, il documento afferma: “I sette siti di notizie hanno abbracciato costantemente posizioni ce riflettono il governo russo e i media finanziati dallo Stato”.

Infine, il rapporto dichiara di avere identificato casi in cui Mosca promuove narrazioni filo-cinesi del partito comunista, sottolineando: “La minaccia della disinformazione sia della Cina che della Russia è reale”.


Una ex spia del KGB parla delle tattiche di disinformazione russe

La Russia di Putin, lo “Zar” del Cremlino

UE sanziona Russia, Cina e Corea del Nord per presunti attacchi informatici


Trump ha sempre minimizzato le interferenze russe

Il presidente americano Donald Trump ha sempre minimizzato le interferenze della Russia nelle elezioni del 2016. Secondo la comunità d’Intelligence statunitense, e interferenze miravano a favorire Trump, a discapito della candidata democratica Hillary Clinton.

Dei funzionari dell’Intelligence hanno sempre riferito al Presidente che Russia, Cina e Iran stanno cercando di interferire nelle imminenti elezioni americane. Tuttavia, Trump non ha mai voluto riconoscere pubblicamente queste divulgazioni, continuando a minimizzare le interferenze.

Commenti