Gli Stati Uniti sospendono l’accesso senza dazi all’Etiopia

0
222
Etiopia: Biden parla con il premier Abiy

Gli Stati Uniti hanno sospeso l’accesso duty-free alle esportazioni etiopi a causa di una guerra civile che dura da un anno e che ha generato una crisi umanitaria nella nazione del Corno d’Africa. Ecco le motivazioni della sospensione delle esportazioni senza dazi all’Etiopia.

Perchè gli Stati Uniti hanno sospeso le esportazioni senza dazi all’Etiopia?

L’Etiopia non è in conformità con i requisiti di ammissibilità dell’African Growth and Opportunity Act a causa di gravi violazioni dei diritti umani riconosciuti a livello internazionale, ha detto un alto funzionario statunitense ai giornalisti in una conferenza telefonica. La determinazione può essere invertita se il governo affronta i diritti umani, le crisi umanitarie e politiche entro il 1° gennaio, ha detto il funzionario.

Le conseguenza della decisione degli USA

L’annuncio di martedì segue un ordine esecutivo dell’amministrazione Biden che autorizza sanzioni contro individui ed entità ritenute prolungare il conflitto in Etiopia. Gli Stati Uniti lunedì hanno ribadito la loro minaccia di imporre sanzioni.


Etiopia: si intensificano gli scontri nel Tigray

Cosa chiedono gli USA all’Etiopia ora

L’ambasciata degli Stati Uniti in Etiopia ha detto il 28 ottobre che per mantenere l’accesso AGOA, il governo etiope dovrebbe permettere all’Ufficio investigativo delle Nazioni Unite sui diritti umani di indagare sulle violazioni dei diritti, sulla fornitura di aiuti umanitari nelle aree di conflitto e sul ripristino dei servizi di energia e telecomunicazioni. L’ONU e la Commissione etiope per i diritti umani dovrebbero rilasciare un rapporto mercoledì in seguito alla loro indagine sulle presunte violazioni dei diritti umani, del diritto umanitario e dei rifugiati nel conflitto del Tigray. L’USTR ha completato la sua revisione annuale di 49 nazioni dell’Africa sub-sahariana la scorsa settimana. Oltre all’Etiopia, il Mali e la Guinea non hanno soddisfatto i requisiti per beneficiare dell’accordo commerciale preferenziale dopo i colpi di stato nei due paesi all’inizio di quest’anno.