Gli italiani pensano ad avere figli nei prossimi anni?

Secondo un’indagine di Prenatal retail group tre italiani su quattro pensano a un figlio entro prossimi 5 anni

0
136
Gli italiani pensano ad avere figli nei prossimi anni?

Il problema della natalità riguarda la maggior parte del mondo. Le crisi economiche e la pandemia hanno accentuato questo problema. In Italia, nel 2020, la natalità ha toccato il minimo storico. Gli italiani pensano ad aver un figlio nei prossimi anni? Secondo un sondaggio condotto da Prenatal retail group tre italiani su quattro pensano a un figlio entro i prossimi 5 anni.

Gli italiani pensano ad avere figli?

Nel 2020 la natalità in Italia ha toccato il minimo storico. Secondo i dati Istat i nuovi nati sono stati 404.104 in calo del 3,8% rispetto al 2019. L’Osservatorio delle Famiglie Contemporanee promosso da Prenatal retail group ha così voluto indagare, in collaborazione con Bva Doxa, la propensione alla genitorialità coinvolgendo un panel rappresentativo di individui tra i 25-40 anni non genitori, equamente divisi tra uomini e donne e ripartiti a livello geografico.

Secondo l’indagine condotta, il 74% degli attuali “non genitori” ha in progetto di avere figli nel prossimo futuro, il 45% lo vorrebbe nei prossimi 2 anni. Ad affermarlo sono in prevalenza gli intervistati tra i 30 e i 40 anni e attualmente occupati. Il sondaggio rivela anche che il 46% vorrebbe avere almeno 2 figli, che il 26% vorrebbe crescere i propri figli in una città medio-piccolo e che il 38% sogna di poter vivere al mare. Il 32% degli intervistati pensa che il budget da destinare nei primi tre anni di vita del bambino sia tra i 3 mila e i 6 mila euro l’anno. Per il 36% la spesa più significativa è rappresentata dai pannolini e body care, seguite dalla spesa per il cibo.

Gli italiani desiderano costruire una famiglia

Il sondaggio rivela che le motivazioni principali che spingerebbero gli intervistati ad avere un figlio sono il desiderio di costruire una famiglia (27%) e il desiderio di maternità/paternità (20%). Inoltre il sondaggio evidenzia anche che per il 52% i figli rappresentano un arricchimento, la gioia più grande. Il 37% ritiene che avere figli sia importante per il futuro del Paese. Per contro, il 30% sostiene che la mancanza di aiuti concreti alle famiglie sia un deterrente. Secondo il 54% degli intervistati l’attuale situazione dovuta alla pandemia rappresenta un disincentivo a fare figli.  

I figli sono un ostacolo per la carriera delle donne

L’indagine di Prenatal rivela anche che l’84% degli intervistati pensa che il lavoro da casa e il lavoro flessibile all’interno delle aziende potrebbe influire sulla propensione a fare figli. I figli rappresentano un ostacolo per la carriera lavorativa, soprattutto nella donna. A tal proposito, il 54% delle donne è convinto che per gli uomini un figlio no abbia nessun impatto sul lavoro.


Leggi anche: Assegno unico 2022: la ministra Bonetti rassicura

Commenti