Gli hacker attaccano l’Iran

0
236
Gli hacker attaccano l’Iran
Gli hacker attaccano l’Iran

Un gruppo non identificato di hacker hanno attaccato i sistemi informatici di due istituzioni governative iraniane. Gli hacker hanno lanciato attacchi su larga scala contro istituzioni governative iraniane nel corso di tutta la settimana. La notizia è riportata da un non specificato alto funzionario.

Gli hacker attaccano l’Iran

Alcuni enti governativi hanno temporaneamente chiuso i servizi Internet come precauzione. Lo ha riferito alla TV di stato Abolghasem Sadeghi, dell’Organizzazione per la tecnologia dell’informazione del governo. “Gli attacchi informatici avvenuti lunedì e martedì sono sotto inchiesta. Erano importanti e su larga scala“.

Gli hacker attacano l’Iran che accusa i soliti noti

L’Iran dichiara allerta massima soprattutto nei siti più importanti e punta il dito verso gli USA e altri stati stranieri. Funzionari statunitensi hanno affermato che nell’ottobre 2019 hanno effettuato un attacco informatico all’Iran. Il fatto sarebbe avvenuto come ripercussione degli attacchi con l’uso di droni contro gli impianti petroliferi sauditi. L’Iran ha negato il coinvolgimento, rivendicati successivamente dal movimento houthi dello Yemen, allineato con l’Iran.

Trump: “è stato l’Iran”

Teheran è dietro a quasi 100 attacchi in Arabia Saudita mentre Rohani e Zarif fanno finta di impegnarsi nella diplomazia. Un attacco senza precedenti contro il rifornimento energetico mondiale“. Il presidente Donald Trump ha autorizzato l’utilizzo delle riserve strategiche americane di petrolio “se necessario e in una quantità da determinare. C’è ragione di credere che conosciamo il colpevole, siamo pronti e carichi in attesa delle verifiche. Ma stiamo attendendo di sentire dal regno saudita chi ritengono sia la causa di questo attacco“.

L’Iran attacca l’occidente

Ma allo stesso tempo, sono i paesi occidentali ad accusare l’Iran di Cyber terrorismo. Alcune fonti hanno confermato che lo scorso aprile alcuni hacker avrebbero preso di mira siti occidentali su richiesta dell’Iran. L’attacco sarebbe stato principalmente diretto verso account di posta elettronica personali del personale dell’Organizzazione mondiale della sanità. Teheran ha negato ogni coinvolgimento.

Commenti