Gli attentati terroristici a Parigi del 13 novembre 2015

0
1002
Gli attentati terroristici a Parigi

Gli attentati terroristici a Parigi del 13 novembre 2015 costituiscono un momento indelebile nella Storia della Nazione francese. Ripercorriamo ciò che successe quella notte, ormai quattro anni fa.

Un commando di attentatori kamikaze colpì sei volte in 33 minuti, sparando all’impazzata sulla folla, in strada e nei locali, soprattutto fra giovani che stavano trascorrendo il venerdì sera fuori casa. Si trattò della più cruenta aggressione in territorio francese dalla seconda guerra mondiale e del secondo più grave atto terroristico nei confini dell’Unione europea dopo gli attentati dell’11 marzo 2004 a Madrid.

Gli attentati terroristici a Parigi: allo stadio

Gli attentati terroristici a Parigi

A dare il via all’impressionante sequenza di azioni omicide è, alle 21.20, un kamikaze che si è fatto esplodere nella strada che corre lungo lo Stade de France, all’altezza della porta B. SI tratta di un’esplosione impressionante, rafforzata da perossido di idrogeno con chiodi e bulloni che ha ucciso all’istante il killer suicida e un malcapitato passante.
L’attentatore aveva un biglietto d’ingresso, ma è stato fermato ai cancelli dello stadio dopo che gli addetti ai controlli hanno scoperto che indossava dell’esplosivo. Si è fatto dunque esplodere mentre tentava la fuga.
Una seconda esplosione si verificherà poco dopo davanti alla porta H. Anche in questo caso morirà il kamikaze.

Questi due attacchi suicida avvengono mentre all’interno dell’impianto si giocava l’amichevole Francia-Germania, alla presenza del presidente François Hollande.

Gli attentati terroristici a Parigi: ai ristoranti

Pochi minuti dopo l’esplosione allo stadio, verso le 21.30 circa, un’auto (una Seat nera) si ferma davanti a due ristoranti del XII arrondissement. I killer, armati con fucili kalashnikov, scendono e sparano all’impazzata contro i ristoranti Carillon e Petit Cambodge, uccidendo 15 persone e ferendone gravemente altre 10.

Gli attentati terroristici a Parigi: i locali

In seguito, ci sono ancora morti alla Bonne Biere, seconda tappa della Seat nera, e in un locale di boulevard Voltaire, lo stesso del Bataclan, dove un terrorista si siede al tavolo, ordina da bere e si fa saltare. Si salva, miracolosamente, la cameriera che ha preso l’ordinazione.

Gli attentati terroristici a Parigi: il Bataclan

Gli attentati terroristici a Parigi

Intanto, alle 21.40, altri terroristi sbarcano da una seconda auto, una Polo nera, davanti al Bataclan dove si esibisce il gruppo californiano Eagles of Death Metal. Dopo minacce ai vigili, fanno irruzione nel locale e sparano all’impazzata sulla folla.
La presa di ostaggi dura tre ore, con scene di terrore e disperazione e, alla fine, 89 morti.

Gli attentati terroristici a Parigi: bilancio definitivo

Il bilancio definitivo della giornata è di 130 vittime e 413 feriti. La Francia, che aveva iniziato il 2015 con l’attentato contro Charlie Hebdo, è ancora una volta sotto choc.