Giuliani ha chiesto grazia preventiva a Trump

E Trump starebbe pensando anche di concedere la grazia ai suoi figli

0
308
Giuliani ha chiesto grazia

Il New York Times ha riferito che Rudy Giuliani avrebbe discusso, la scorsa settimana, la possibilità di ottenere una grazia preventiva dal presidente Trump. Non è chiaro per quale tipo di reato federale l’ex sindaco di New York abbia chiesto la grazia. Inoltre sembra che Trump stia pensando di graziare in via preventiva anche i tre figli maggiori, Donald Jr. Ivanka ed Eric, più il genero Jared Kushner, in modo da proteggerli da possibili indagini giudiziarie.

Giuliani ha chiesto la grazia a Trump, cos’è successo?

Donald Trump, durante la sua presidenza, ha concesso numerose grazie presidenziali controverse. Il New York Times riferisce che Rudy Giuliani, avvocato personale di Trump, avrebbe discusso la possibilità di ottenere una grazia preventiva dal presidente Trump. Non è chiaro per quale tipo di reato federale l’ex sindaco di New York abbia chiesto la grazia. Il Times sottolinea che Giuliani è indagato da un procuratore federale per i suoi affari in Ucraina. Inoltre il nome di Giuliani spunta in tutte le trame più sospette: con i russi, gli ucraini. Due suoi soci, Lev Parnas e Igor Fruman, sono stati arrestati nell’ottobre del 2019, con l’accusa di aver violato le leggi previste per la campagna elettorale. I due hanno partecipato anche all’operazione ideata da Giuliani per accusare l’ex ambasciatrice americana a Kiev, Marie Yovanovitch, di spalleggiare i giudici corrotti in Ucraina. Accuse false che però diventarono il pretesto per la sua rimozione.

Dopo Giuliani, Trump pensa di graziare anche i figli

Trump starebbe pensando di concedere la grazia preventiva anche ai suoi tre figli maggiori, Donald Jr., Ivanka e Eric. Nella lista vi sarebbe anche il genere Jared Kushner. Trump sarebbe preoccupato delle indagini sulla sua famiglia del procuratore generale di New York, Letita James. A New York i pubblici misteri stanno indagando sulla Trump Organization, la holding di famiglia cui fanno capo hotel, immobili, campi da golf e altri business. Gli inquirenti newyorkesi sospettano che i vertici del gruppo abbiano gonfiato il valore degli asset per ottenere benefici fiscali ingiustificati dallo Stato di New York e prestiti agevolati dalle banche. Queste indagini includerebbero anche i tre figli di The Donald. Bisogna sottolineare però che questi reati sono statali e quindi non sarebbero coperti da un’eventuale grazia del presidente, efficace solo per cancellare illeciti federali.

Trump preoccupato anche delle indagini del Russiagate

Inoltre Trump sarebbe preoccupato delle possibili indagini su di lui riguardo al Russiagate. Infatti anche se il procuratore speciale Robert Mueller non aveva trovato prove sufficienti per incriminare il Presidente, non lo aveva esonerato dai reati commessi. Nel rapporto Mueller vi sono numerosi retati di Trump su cui indagare. Ad esempio i contatti di Donald jr con un’avvocatessa russa per ottenere materiale sporco su Hillary Clinton, oppure Jared Kushner potrebbe essere indagato da una procura federale per aver nascosto ai servizi segreti di aver avuto contatti con esponenti del Cremlino. Oppure lo stesso Trump potrebbe essere indagato per intralcio alla giustizia e cospirazione.

Trump 2024

Intanto Trump ha affermato per la prima volta, pubblicamente, che intende ricandidarsi nel 2024. Durante una festa ala Casa Bianca, dove erano presenti i membri del partito repubblicano, ha dichiarato: “Sono stati quattro anni meravigliosi. Stiamo tentando di farne altri quattro, altrimenti ci vediamo tra quattro anni”. Tale dichiarazione è stata accolta tra glia applaudi dei presenti.


Leggi anche: William Barr: no prove di frodi diffuse nelle elezioni

Commenti