Caleb Ewan ha vinto la settima tappa del centesimo Giro d’Italia battendo in volata al foto-finish la maglia ciclamino Fernando Gaviria (Quick-Step Floors) e l’irlandese Sam Bennet (Bora-Hansgrohe).

Partiti da Castrovillari, sono tre i coraggiosi che scattano in cerca di gloria personale, nello specifico un russo, Kozonchuk (Gazprom-RusVelo) e due azurri, Fonzi (Wilier-Selle Italia) e Ponzi (CCC Sprandi) che però è costretto ad abbandonare la fuga al km 40 per problemi meccanici.

Il vantaggio si mantiene sempre stabile, intorno ai 4’, salvo calare leggermente sulla salita che porta al GPM di Bosco delle Pianelle (cat. 4, unico di giornata).

Attorno al km 165 inizia progressivamente a calare il vantaggio dei fuggitivi che verranno definitivamente ripresi ai 20 km al traguardo.

Il gruppo rimane compatto fino agli ultimi 3 km, dove si vede un guizzo dello sloveno Koren (Cannondale-Drapac) che accumula un centinaio di metri di vantaggio sul gruppo, fuga che dura poco più di un km.

Arrivati all’ultimo km si fanno vedere i velocisti con Mezgec, Greipel, oltre ovviamente Gaviria, Bennet Ewan. Sulla linea del traguardo sono loro tre e solamente analizzando le immagini si scopre che ad aver vinto è l’australiano della Orica-Scott.

In classifica generale non cambia nulla, con Jungels sempre leader davanti ai britannici Thomas (6’’) e Yates (10’).

Oggi, sabato 13 maggio, in programma l’ottava tappa di 189 km da Molfetta e Peschici, con l’interessante scalata di Monte Sant’Angelo (GPM cat. 2), 10 km con pendenza media al 6,8%.

Commenti