È il corridore Silvan Dillier il vincitore della tappa numero 6 della centesima edizione del Giro d’Italia. Lo svizzero della BMC ha beffato il favorito di giornata, il belga Jasper Stuyven (Trek-Segafredo) in una volata che li ha visti protagonisti solitari.

Al km 0 della tappa (Reggio Calabria-Terme Luigiane di 217 km) si vedono subito i primi scatti con Pedersen e Stuyven (Trek-Segafredo) seguiti dal vincitore della tappa inaugurale Postlberger (Bora-Hansgrohe). Poco dopo anche Andretta (Bardiani-CSF) e Dillier partono all’attacco, impiegando 50 km a ricongiungersi col gruppo di testa.

In cima alla salita di Barritteri (GPM 3 cat.) il gruppo ha più di 7’ dai fuggitivi che in fondo alla discesa che segue incrementano il vantaggio a 8’30’’.

Seguono 70 km completamente pianeggianti dove la tappa ha un momento di stallo.

Nonostante il lavoro della Cannondale, della CCC e della Dimension Data (e, a tratti, anche dell’Astana) il gruppo fatica a ricucire sui fuggitivi che , mantengono il distacco nell’ordine dei 5’.

Nel gruppo di testa gran parte del lavoro viene svolto da Pedersen, che cerca in tutti i modi di aiutare il compagno Stuyven, favorito di giornata. In cima al GPM di Fuscaldo (4 cat.) tarnsita per primo Postlberger con un vantaggio sul plotone di circa tre minuti che si può considerare abbastanza sostanzioso, considerando che mancano 24 km all’arrivo.

Il lavoro di Pedersen termina ai 6 km all’arrivo, dove si stacca insieme ad Andretta che non tiene il ritmo.

Scatti e contro scatti nel tortuoso tratto finale dove si alternano ripidi strappi e impervie e tecniche discese. Il rettilineo finale è tutto in salita con pendenze variabili dal 5 al 10% che non sembrano rappresentare un problema per Stuyven e Dillier, che nonostante i 217 km di fuga hanno ancora le energie per sprintare e giocarsi la vittoria. Alla fine la spunta Dillier che vince così la sua prima tappa al Giro.

In classifica generale tutto invariato con Jungels che comanda con 6’’ su Thomas e 10’’ su Yates, Nibali e Pozzovivo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here