Giornate FAI Trentino – Alto Adige: cosa vedere

0
1414
giornate fai d'autunno

Le giornate FAI Trentino – Alto Adige d’autunno per questo 2020 sono previste nei seguenti weekend: 17 e 18 ottobre e 24 e 25 dello stesso mese. Sono l’occasione perfetta per riscoprire le bellezze italiane nazionali e regionali in sicurezza e tranquillità. Le date sono raddoppiate per diluire il flusso di turisti nel rispetto delle norme. Per i più organizzati è possibile prenotare la propria visita ad un costo di tre euro.

Giornate FAI in Trentino – Alto Adige

Le province di Trento e Bolzano offrono numerose possibilità di visita in occasione delle giornate FAI d’autunno. Gli ingressi proposti sono un’ottima alternativa per le giornate uggiose di ottobre. I tesori d’Italia, in questo caso della regione Trentino-Alto Adige, sono adatti a tutti. Famiglie con bambini, adulti e ragazzi. Luoghi facili da raggiungere e organizzati per soddisfare le esigenze di ognuno. Quest’anno i luoghi aperti al pubblico dal FAI sono dieci in Trentino e uno in Alto Adige.


Giornate Fai Marche: ecco i 34 tesori da riscoprire


Giornate Fai 2020 Lazio: i luoghi da visitare


Giornate FAI a Bolzano

La visita proposta a Bolzano si intitola Tra riforma spirituale e artistica. A tal proposito la manifestazione prevede un tour guidato della durata di circa un’ora all’interno di chiesa, cappella, chiostro e il resto dell’edificio dei frati Francescani. Sarà così possibile osservare tra i più illustri esempi di stile gotico della regione e affreschi di Giotto spesso poco conosciuti. I gruppi di visitatori (massimo quindici persone) partono dal cortile della Chiesa dei Francescani ogni trenta minuti.

FAI d’autunno a Trento e dintorni

I luoghi aperti dal FAI in occasione delle Giornate d’autunno 2020 in provincia di Trento sono numerosi. I titoli delle visite possibili sono: Castello di Avio; Lapidario della chiesa di San Carlo. Troviamo poi: Case affrescate della Via Tomaso Maier Contrada taliana; Palazzo Montel; Chiesa Novecentesca di San Ilario. Inoltre vengono proposte le seguenti mete: Campitello di Fassa: un borgo ladino ai piedi del Sasso Lungo; Archeologia industriale in città. Infine il FAI presenta: Pergine e i suoi antichi mestieri; Pergine labirinto di emozioni; Pergine in una conca verde; Ex ospedale psichiatrico.

FAI in Trentino: dove andare

Coloro che optano per il Castello di Avio devono recarsi a Sabbionara d’Avio. La visita dura un’ora e il FAI consiglia di indossare scarpe comode! Sarà possibile scoprire la storia del castello e il suo ruolo strategico nel passato. Inoltre verrà sottolineato l’aspetto agricolo del castello, con riferimenti al vigneto, all’oliveto e all’orto. A Rovereto si potrà ammirare la Chiesa Novecentesca di San Ilario. Il sabato l’orario previsto è dalle 14 alle 17, la Domenica l’orario è continuato dalle 10 alle 17. Per gli appassionati della montagna e dei suoi panorami, il FAI consiglia la visita di Campitello di Fassa, un borgo ladino molto caratteristico ai piedi dei monti.

FAI a Pergine, in provincia di Trento

Il Lapidario della Chiesa di San Carlo si trova a Pergine Valsugana. La chiesa contiene numerosi affreschi e il lapidario di marmo al suo esterno racconta la storia di Pergine. Sempre nella stessa cittadina, proprio nella via principale dedicata a Tomaso Maier, è possibile osservare un susseguirsi di affreschi decorativi delle facciate davvero affascinanti. Molti curiosi si spingono alla visita di Palazzo Montel per godere degli affreschi al suo interno e dei soffitti decorati a stucco. Chi desidera fare una passeggiata di cinque chilometri (da Piazza Municipio a Pergine alla località Montesei di Serso) avrà l’occasione di luoghi, famiglie e antichi mestieri tipici della prima industrializzazione della zona. Infine, Pergine Valsugana offre tramite il FAI la visita del labirinto, all’ex ospedale psichiatrico e una camminata tra i monumenti storici del centro. Per qualsiasi informazione consultare il sito del FAI.

Commenti