Giornata internazionale del gatto: il vero rapporto tra gatto e umano

Il 17 febbraio è la giornata internazionale del gatto: il giorno perfetto per celebrare gli adorabili felini che ci tengono compagnia per anni e anni.

0
192

Sentiamo spesso dire che il gatto non è un animale domestico fedele, che i nostri felini preferiti si leghino principalmente alla casa e non ai cosiddetti “padroni”, che essi ci calcolino soltanto per questioni di mera convenienza. Ebbene, in alcuni casi è così, anche seil carattere di alcuno gatti li spinge davvero ad essere schivi, estremamente indipendenti, menefreghisti, soprattutto quando vivono nel nostro giardino e non nella nostra casa. Il carattere dei gatti non è però uguale per tutti gli esemplari della specie, anche nei casi in cui decidiamo di preservare la loro narura parzialmente selvatica tenendoli in giardino: nella giornata internazionale del gatto vorrei celebrare proprio questa seconda categoria di felini.

CLICCA QUI PER UN ARTICOLO DEDICATO INTERAMENTE ALLA GIORNATA DEL GATTO

Varie ricerche hanno dimostrato che molti gatti preferiscono, infatti, stimoli inerenti alla compagnia del loro umano piuttosto che giochi o cibo. Del resto, basta anche l’esperienza di chi ha avuto molti gatti per sapere che alcuni di loro ricercano attivamente la conpagnia dell’umano per gran parte della giornata, che adorano dormirgli in grembo o comunque nelle sue vicinanze, che preferiscono giocare con lui piuttosto che con un semplice oggetto. Molti altri sono schivi, non si fidano di chi si prende costantemente cura di loro nemmeno dopo anni, ma altrettanti hanno invece un carattere opposto che può renderli conpagni di vita di valore tanto quanto i cani.

Nella giornata internazionale del gatto è importante ricordarsi di quelle che sono le particolarità del proprio gatto e rispettarle, ricordando sempre che un animale domestico può donarci una quantità enorme di affetto e amore e costituire una spalla a cui appoggiarsi in tanti momenti. Un gatto col carattere giusto si avvicinerà a noi, infatti, soprattutto quando percepisce una forte emozione, sia essa felicità o tristezza: certo, questo non vuol dire scadere nella retorica stupida inerente a quanto “gli animali siano meglio delle persone”, ma sicuramente è vero che non tutti i gatti pensano solo a se stessi cone spesso si crede.

LEGGI ANCHE: LA GIORNATA INTERNAZIONALE DEL GATTO NERO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here