Giornata della Memoria: cosa ha detto Putin?

0
208
Giornata della Memoria: cosa ha detto Putin?

Il presidente russo Vladimir Putin celebra la Giornata della Memoria dell’Olocausto affermando che le forze russe stanno combattendo in Ucraina per eliminare i neonazisti.

Cosa ha detto Putin nella Giornata della Memoria?

Dimenticare le lezioni della storia porta a ripetersi terribili tragedie. La prova è data dai crimini e della pulizia etnica organizzati dai neonazisti in Ucraina. Contro questo male i nostri soldati stanno combattendo”.  Mentre il mondo celebra la Giornata della Memoria dell’Olocausto, il presidente russo Vladimir Putin ripete l’affermazione secondo cui i neonazisti stanno commettendo crimini in Ucraina, un’accusa che Mosca ha usato per giustificare il suo intervento militare. I sostenitori dell’operazione militare di Putin affermano che il trattamento riservato dall’Ucraina ai russofoni nel paese è paragonabile alle azioni della Germania nazista. Putin ha affermato che l’operazione militare speciale è stata lanciata per denazificare l’Ucraina. Le affermazioni sono state contestate dal governo ucraino e dalla comunità ebraica del paese. 


Leggi anche: Russia: media indipendente Meduza etichettato come “indesiderabile”