Giornalista turca arrestata per aver insultato il presidente Erdogan

0
284

Una importante giornalista turca è stata arrestata e incarcerata in attesa del processo dopo essere stata accusata di aver insultato il presidente Recep Tayyip Erdogan. Sedef Kabas aveva recitato un proverbio in televisione e su Twitter, riferendosi a un bue. Il proverbio si traduce in: “Quando il bue viene al palazzo, non diventa re. Ma il palazzo diventa un fienile“.

Giornalista turco arrestato per rischio di fuga

L’avvocato di Kabas, ha twittato che la sua cliente era stata formalmente arrestata durante un’apparizione in tribunale a Istanbul sabato. Il giudice ha accettato l’argomento dell’accusa secondo cui rappresentava un rischio di fuga. La 53enne ha diretto una serie di programmi TV di alto profilo in una carriera che dura da tre decenni e c’è stata una reazione mista ai suoi commenti. Fahrettin Altun, capo della direzione delle comunicazioni della Turchia, ha scritto su Twitter: “L’onore dell’ufficio di presidenza è l’onore del nostro Paese… Condanno gli insulti volgari fatti contro il nostro presidente e il suo ufficio“. Merdan Yanardag, caporedattore del canale Tele 1 su cui Kabas ha fatto il commento, ha condannato l’arresto. “La sua detenzione durante la notte alle 2 del mattino a causa di un proverbio è inaccettabile“, ha scritto Yanardag su Twitter. “Questa posizione è un tentativo di intimidire i giornalisti, i media e la società”. In base alla legge sull’insulto, decine di migliaia di persone sono state perseguite per aver preso di mira Erdogan da quando è diventato presidente nel 2014 dopo più di un decennio come primo ministro.