Giorgio III: sovrano del Regno Unito e d’Irlanda

0
298

Giorgio III è il sovrano del Regno Unito e d’Irlanda, carica che esercita dal 1760 al 1801. In seguito, il monarca acquisisce oltre al trono britannico, anche il Regno di Corsica.  Di fatto, il monarca ottiene in eredità dal casato nobiliare altri titoli, tra cui: duca di Brunswick, duca di Edimburgo e principe elettore di Hannover (carica del Sacro Romano Impero).

Giorgio III chi è?

In origine, Giorgio Guglielmo Federico di Hannover nasce a Londra, il 4 giugno 1738 e decede a Windsor il 29 gennaio 1820. Primogenito di Federico di Hannover ed Augusta di Sassonia, di cui il padre principe di Galles, ovvero erede al trono di Gran Bretagna. All’epoca, la famiglia di Giorgio riscontra divergenze nell’ambito della corona, in cui il padre ed il nonno monarca Giorgio II, per motivi politici, sono in contrasto tra di loro.

Tuttavia, Giorgio cresce in un ambiente sereno, con un buon rapporto nei confronti del padre, dalle idee liberali. A fronte di ciò, un’educazione della famiglia ai figli, con il percorso scolastico, nel programma di studi del precettore Lewis Scott. Tra le principali conoscenze umanistiche di apprendimento, la letteratura e le lingue latina e greca. Mentre seguono anche la linguistica, come disciplina per il linguaggio e la scienza.

La carriera

Nel 1751, la scomparsa del padre ed il nonno Re Giorgio II nomina il nipote, duca di Edimburgo ed erede al trono, come principe di Galles. A fronte di ciò, il trasferimento di Giorgio presso la residenza di Kensington Palace, del nonno paterno. Da qui, gli studi del futuro sovrano, con nuovi precettori, come il vescovo di Peterborough e Lord Bute.

Durante la permanenza nella dimora del parente, il tentativo dal medesimo di allontanare la madre dal nipote, per diffidenza nei confronti della donna. Alla scomparsa del nonno, il principe di Galles Giorgio III diviene Re di Gran Bretagna e d’Irlanda, nel 1760.

Nel primo discorso al popolo, il nuovo sovrano dichiara: “Nato e cresciuto in questo paese mi vanto di essere un britannico”. A tal proposito, la rassicurazione del monarca al Regno di Gran Bretagna, per la propria appartenenza britannica, con le distanze dalle sue origini tedesche.

In seguito, il matrimonio di Giorgio III, con la duchessa Carlotta di Meclemburgo – Strelitz. All’inizio della carica monarchica, il sovrano partecipa al conflitto bellico, della Guerra dei sette anni ed il Paese affronta un periodo di squilibrio e disordine politico.

Nel 1783, con il Trattato di Parigi, l’Inghilterra riconosce in modo ufficiale, l’indipendenza per gli Stati Uniti d’America. A fine anni Ottanta, Giorgio III riscontra problemi di salute, con gravi danni al proprio stato mentale.