Giappone e Vietnam collaborano sulla cybersecurity contro la Cina

0
377
Giappone e Vietnam collaborano sulla cybersecurity contro la Cina

Giappone e Vietnam hanno firmato un accordo sulla sicurezza informatica tra le crescenti preoccupazioni sulle minacce della Cina. Il ministro della Difesa giapponese ha affermato che l’accordo porta ad un nuovo livello la cooperazione tra i due Paesi in materia di difesa.

Giappone e Vietnam hanno firmato un accordo?

In mezzo alle crescenti preoccupazioni sulle minacce della Cina, Giappone e Vietnam hanno deciso di collaborare sulla sicurezza informatica. Secondo quanto riportato dall’Associated Press, il ministro della Difesa giapponese Nobuo Kishi ha confermato che l’accordo cerca di affrontare un “forte senso di urgenza” riguardo alle attività che si verificano nella regione indo-pacifica. Kishi ha affermato che i recenti colloqui con il ministro della Difesa vietnamita Phan Van Giang hanno permesso alla “cooperazione di difesa tra i due paesi” di raggiungere “un nuovo livello”.

L’accordo arriva solo due mesi dopo che i due paesi hanno raggiunto un accordo che consente al Giappone di fornire attrezzature e tecnologia per la difesa al Vietnam.  Il Vietnam è l’undicesima nazione con cui il Giappone ha firmato un accordo di trasferimento di attrezzature e tecnologia per la difesa mentre Tokyo cerca di sostenere la propria industria della difesa in difficoltà. Il Giappone sta anche cercando di espandere la cooperazione militare oltre il suo alleato di lunga data, gli USA. Ha inoltre firmato accordi simili con Gran Bretagna, Australia, Filippine e Indonesia.

Le nuove minacce della Cina arrivano dal cyberspazio

Secondo il ministero della Difesa giapponese gli attacchi informatici fanno parte delle crescenti minacce alla sicurezza provenienti dalla Cina. Il governo giapponese di recente ha avuto colloqui sulla sicurezza informatica oltre che con il governo del Vietnam, anche con quello di Indonesia e Singapore. Negli ultimi anni il Giappone ha anche collaborato con Australia e Stati Uniti e altri Paesi per potenziare la sua difesa informatica. Tokyo avrebbe anche preso parte a un’esercitazione nel cyberspazio della NATO.


Leggi anche: Incontro Harris-Macron: nuove iniziative su spazio e cybersecurity