GIANRICO CAROFIGLIO NASCE OGGI

0
173

BIOGRAFIA

Gianrico Carofiglio, nasce il 30 maggio del 1961 a Bari. Carofiglio è un ex poliico italiano, un ex magistrato, e scrittore. La madre Enza Buono è una scrittrice, ed il fratello Francesco Carofiglio è architetto ed illustratore. Gianrico, studia al Liceo Classico di Bari, ed in seguito abita con la moglie nella città pugliese. Gianrico diventa Presidente della Fondazione lirico sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari, ma il 4 agosto del 2016, si dimette.

GIANRICO CAROFIGLIO MAGISTRATO

 Gianrico Carofiglio, nel 1986, diventa magistrato, e svolge l’attività di pretore a Prato, e pubblico ministero a Foggia. In seguito, lavora come sostituto procuratore, alla direzione, distrettuale antimafia a Bari. Gianrico, si dimette dalla magistratura, preferisce dedicarsi solo alla scrittura.

GIANRICO IN POLITICA

Nella XV Legislatura, Gianrico, viene nominato consulente, della Commissione parlamentare antimafia. Il 22 febbraio del 2008,  annuncia la sua candidatura, per il Partito Democratico, al Senato, ed alle elezioni del 13 aprile dell’ anno in corso, diventa senatore.

GIANRICO CAROFIGLIO SCRITTORE

Gianrico Carofiglio, esordisce come scrittore di narrativa, dopo diverse pubblicazioni di settore, con il romanzo “testimone inconsapevole”, e diffonde il thriller legale in Italia. Il personaggio di Guido Guerrieri, porta l’ autore a ricevere diversi riconoscimenti. Tra i successi letterari di Gianrico, si ricordano Premio del giovedi  “Marisa Rusconi”, “il regium lulli”,  il premio città di Cuneo, e il premio città di Chiavari.

IL SUCCESSO

Nel 2003, lo scrittore crea “ ad occhi chiusi”, la seconda opera, che ha come protagonista, l’avvocato Guerrieri. Nello stesso anno Gianrico, riceve il successo del pubblico e della critica.  Lo scrittore vince il premio Lido di Camaiore, e delle Biblioteche di Roma. Nel 2007, in Germania, una giuria di giornalisti e librai, elegge, Gianrico Carofiglio, “il miglior noir internazionale dell’ anno”.

GIANRICO CAROFIGLIO E LA NARRATIVA ITALIANA

Nel 2005, il romanzo “Il passato è una terra straniera”, regala un altro successo a Gianrico Carofiglio, col Premio Bancarella. Nel 2006, Gianrico pubblica “Ragionevoli dubbi”, e  nel romanzo, ritorna ancora il personaggio dell’ avvocato Guerrieri. Lo scrittore vince i premi  Fregene, Viadana, e Cacciatori nelle Tenebre nel 2007, ed  il premio Tropea nel 2008. In seguito Gianrico Carofiglio, pubblica “il graphic Novel”, con l’ ispettore Tancredi come protagonista. L’ opera riceve il premio Martoglio, ed è il primo graphic novel, che arriva in cima ai libri più venduti nella narrativa italiana.

ALTRE OPERE

Dall’ opera “Il passato è una terra straniera”, si trae l’ ononimo film della regia di Vicari, con il protagonista Elio Germano. Nel 2007, esce la pubblicazione del saggio “L’ arte del dubbio”, in cui lo scrittore, si pone delle riflessioni sull’ arte del domandare,  e sul suo concetto di verità. Il 6 novembre 2008, esce il romanzo “Né qui né altrove”. Nel 2010, Gianrico, pubblica una raccolta di racconti, dal nome ”Non esiste saggezza”, con cui vince il premio letterario Piero Chiara. Lo scrittore, lo stesso anno pubblica il saggio “ la manomissione delle parole”, e nel 2011, esce un nuovo romanzo, dal nome “Il silenzio dell’ onda”, che vince il premio Strega.

IL ROMANZO SCRITTO COL FRATELLO

Il 19 marzo 2014, Gianrico Carofiglio ed il fratello Francesco, pubblicano un romanzo dal nome “la casa nel bosco”. Il 24 giugno 2014, nasce “una mutevole verità”, e nell’ ottobre  “la regola dell’ equilibrio”, con le nuove vicende dell’ avvocato Guerrieri. Il 25 ottobre 2016, esce ”l’ estate fredda”, e nel 2017 “le tre del mattino”. In totale, i libri di Gianrico Carofiglio, ricordano cinque milioni di copie vendute, e tradotte in ventotto lingue.

Commenti