Dall’inizio degli anni sessanta Gianni Morandi è sempre in auge. Figlio del calzolaio e dotato di una gran voce, il suo talento fu notato da Franco Migliacci, talent scout e produttore per la casa discografica RCA. Fu scoperto durante un’esibizione nella piazza del suo paese d’origine Monghidoro in provincia di Bologna. Morandi incise il primo singolo “Andavo a cento all’ora” era il 1962. Il cantante emiliano dopo due anni di “gavetta”, nel 1964 trovò il successo con il brano “in Ginocchio da te” con cui vinse la terza edizione del “Cantagiro“. Entrambe le canzoni furono arrangiate con l’accompagnamento strumentale del Maestro Ennio Morricone. Il ragazzo ventenne iniziò una carriera che nonostante le molteplici difficoltà del panorama discografico, riuscì a superare. Oggi si proietta verso i sessanta anni di attività. Attività che gli consente di riempire ancora i palasport e i teatri. Con centinaia di fan che lo seguono da decine di anni.

Gianni Morandi
Dall’inizio degli anni sessanta Gianni Morandi è sempre in auge

Gianni Morandi l’eterno ragazzo che ama lo sport, il podismo e il calcio sia professionistico, che dilettantistico infatti rimane in carica come Presidente onorario del Bologna FC dal 2010 al 2014. Nonostante che a Bologna siano anni difficili compresa una retrocessione della squadra (2013-14) che fa innervosire molto la tifoseria felsinea, ma Morandi è caparbio e non demorde. Come la sua partecipazione alla Nazionale Cantanti che lo vede fra i fondatori nel 1981 con Mogol e diversi interpreti del periodo e che ancora oggi è sempre molto attivo. Progetto nato allo scopo di promuovere e raccogliere fondi per solidarietà attraverso gli incontri sportivi.

Un cantante che ha sempre saputo rigenerarsi. Negli anni ’80, Gianni è da quasi un decennio che non raccoglie il successo che meriterebbe, gli anni ’70 sono stati pressoché un’ombra nella sua carriera. Poi la “Voglia di cantare” come descrive il testo della sua canzone e la partecipazione nel 1987 al Festival di Sanremo con Enrico Ruggeri e Umberto Tozzi con il brano “Si può dare di più” lo portano all’avventura forse più stimolante della sua carriera: Nel 1988 inizia il progetto con l’amico Lucio Dalla. Dalla-Morandi è un doppio album e un tour unico con Stadio e Beppe D’Onghia, Angela Baraldi e Iskra Menarini. Un progetto che racchiude i successi dei due artisti, di Gaetano Curreri e qualche inedito. Affiancarsi agli artisti per Morandi è risultato essere una mossa vincente.

Nel 2015 con Claudio Baglioni preparano “Capitani Coraggiosi” e come potevamo immaginare diventa anche questo un grandissimo successo. Viene pubblicato un cofanetto con tre cd registrato nei dieci concerti tenuti Centrale del Foro Italico a Roma.

Il Gianni Nazionale non molla! E continua a conquistare la simpatia dei giovani attraverso i social, sempre gestiti molto bene e con la collaborazione del 2017 con il brano “VOLARE” con il youtuber Fabio Rovazzi.

Cantante, presentatore, conduttore, attore, Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana e vi è anche un’asteroide che porta il suo nome. È lui: Gianni Morandi!

Gianni Morandi
Gianni Morandi – Bologna

LEGGI ANCHE:

 Bologna Città della Musica

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here