Genova: ubriaco al volante travolge quattro ragazzine, una rischia l’amputazione della gamba

Un 23enne alla guida di un auto in stato di ebrezza si è lanciato contro un motorino e travolto un gruppo di ragazze. Tra i feriti una donna in gravidanza di otto mesi e una 17enne rischia l'amputazione della gamba.

0
147

Ieri notte a Genova un ubriaco al volante ha travolto con la sua auto quattro ragazzine nel quartiere di Quezzi, in piazzetta Pedegoli. Due di loro sono rimaste ferite in modo grave.

Ubriaco al volante: cosa è successo?

Un Suv Bmw di grossa cilindrata guidata da un 23enne ubriaco ha investito a forte velocità un motorino che, dopo l’esplosione avrebbe travolto anche un gruppo di giovani ragazze. Due di loro sono in condizioni gravissime. Una ha riportato forti lesioni e l’altra rischia l’amputazione della gamba. Tra i feriti anche una donna in gravidanza all’ottavo mese.

Sono ancora in corso le indagini per capire l’esatta dinamica dell’incidente. Sembra che il conducente abbia perso il controllo dell’auto, piombando sul gruppo di ragazze. Il ragazzo si è preoccupato di liberare la parte frontale della sua auto incastrata tra i detriti. Poi nella confusione, avrebbe ripreso la guida, dandosi alla fuga di nuovo a folle velocità.

Come sono riusciti a rintracciare il ragazzo?

Il giovane sarebbe stato arrestato solo in un secondo momento, rintracciato grazie alla targa fornita dai testimoni. L’incidente si è verificato intorno alle 23.30. Dalla targa gli agenti della polizia sono risaliti al domicilio del ragazzo proprietario dell’autovettura. Le Forze dell’Ordine, quindi, si sono recate presso la sua abitazione, dove hanno sequestrato subito il veicolo parcheggiato.

Non avendo trovato il ragazzo in casa, hanno diramato le ricerche a tutte le forze della Polizia. Dopo l’immediata attivazione da parte della Questura del posizionamento del telefono, alle ore 4,00 del mattino lo hanno ritrovato nascosto tra le auto in via Tortona. La sezione infortunistica della polizia municipale ha identificato il ragazzo di Marassi, condotto poi al carcere del suo paese.

Commenti