GdF di Milano sequestrate 13mila sciarpe confiscate da destinare a persone senza fissa dimora

0
322

GdF di Milano sequestrate 13mila sciarpe confiscate da destinare a persone senza fissa dimora

Comando Provinciale Guardia di Finanza di Milano, su disposizione del G.I.P. presso il locale Tribunale, hanno consegnato al GdF di Milano sequestrate 13mila sciarpe confiscate da destinare a persone senza fissa dimora

Si tratta di beni confiscati a seguito delle indagini condotte dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Milano, con il coordinamento della Procura della Repubblica meneghina, a contrasto di un’organizzazione dedita alla produzione e commercializzazione, anche all’estero, di capi di abbigliamento con marchio contraffatto, anche avvalendosi della collaborazione di numerose altre aziende sparse sull’intero territorio nazionale, nonché al reimpiego dei capitali di provenienza illecita.

Anziana travolta e uccisa da una moto sulle strisce pedonali a Milano

Tragedia in tangenziale a Milano: travolto giovane mentre faceva flessioni

GdF Milano e Polizia postale: false aste immobiliari arresti e sequestrati 100mila euro

L’attività investigativa si era conclusa con la condanna dei tre responsabili, oltre che della società coinvolta, nonché con la confisca di numerosi capi di abbigliamento privi di segni o marchi distintivi, per i quali il giudice procedente ha disposto, con apposita ordinanza, la cessione a titolo gratuito ad organizzazioni non lucrative di utilità sociale.

La Giunta comunale milanese, nell’accettare la donazione, anche per il tramite di associazioni del Terzo settore con cui collabora si è impegnata a curarne la destinazione ai senza fissa dimora, ospiti dei centri cittadini aperti da novembre a marzo per il cosiddetto “Piano freddo”, nonché agli “irriducibili della strada”, ovvero persone che non accettano il ricovero nelle strutture.

Tale iniziativa testimonia la vicinanza e l’attenzione della Guardia di Finanza alle fasce sociali più deboli, alle quali è offerto un segnale tangibile di come le risorse sottratte all’illegalità economico-finanziaria, al cui contrasto il Corpo è quotidianamente impegnato, possano essere restituite alla collettività.

E’ stato concesso il nulla osta dall’Autorità Giudiziaria.