G20 a Matera tra post-pandemia, cooperazione e Africa

0
527
G20 a Matera

Oggi è atteso il summit dei ministri degli Esteri del G20 a Matera. I temi principali del vertice saranno la cooperazione internazionale, la ripresa post-pandemia e l’Africa. Per l’Italia è un appuntamento importante per tornare al centro della politica estera, soprattutto per quanto riguarda l’Africa. L’obiettivo per il governo italiano è quello di giungere a un’estensione della sospensione del debito africano entro la fine dell’anno.   

G20 a Matera: quali saranno i temi principali?

Oggi si terrà a Matera il summit dei ministri degli Esteri del G20 in vista del vertice dei capi di Stato e di governo che avrà luogo a Roma a ottobre. La riunione ministeriale sarà articolata in due sessioni. La prima avrà come tema principale la governance globale e il multilateralismo. I ministri discuteranno della necessità di rafforzare la cooperazione internazionale su temi come la salute globale, la lotta ai cambiamenti climatici e il commercio. La seconda sessione invece sarà dedicata all’Africa. Al termine dell’incontro verrà adottata la Dichiarazione ministeriale di Matera. Tale documento affermerà l’impegno del G20 ad affrontare le attuali emergenze alimentari e a costruire sistemi alimentari sostenibili con l’obiettivo di arrivare a “un mondo libero dalla fame entro il 2030”.

La ripresa post-pandemia nei Paesi in via di sviluppo

Nel pomeriggio a Matera ci sarà anche una riunione congiunta dei ministri dello Sviluppo presieduta dalla vice ministra Marina Sereni. Alla riunione si parlerà della ripresa post-pandemica che deve essere forte ma sooprattutto inclusiva nei Paesi in via di sviluppo. I ministri discuteranno di misure innovative di finanziamento per aiutare questi Paesi. Questi temi verranno anche approfonditi domani a Brindisi. A Brindisi, la Base di pronto intervento umanitario delle Nazioni Unite (Unhrd), gestita dal Programma alimentare mondiale (Pam), ospiterà un evento ministeriale sul “ruolo della logistica nella preparazione e nella risposta alla pandemia di Covid-19 e a future crisi umanitarie e sanitarie”.


Blinken in Italia sottolinea l’importanza dell’unità transatlantica