Furto del Van Gogh e Hals: fermato il sospettato

Dopo mesi di indagini gli inquirenti hanno individuato il possibile rapinatore che si è introdotto in due musei chiusi per l'emergenza sanitaria

0
173
Furto del Van Gogh
Il dipinto "Giardino pastorale di Nuenen in primavera" di Van Gogh

Arrestato in Olanda un 58enne per il furto del Van Gogh e di Hals. Il trafugamento delle opere risale allo scorso anno: entrambe si trovavano in musei. Al momento la Polizia non ha ancora recuperato i quadri.


Ritrovata la copia del Salvator mundi di Napoli


Qual è la dinamica del furto del Van Gogh e di Hals?

I ladri sono entrati in musei chiusi al pubblico per l’emergenza sanitaria e hanno rubato i quadri. Il dipinto di Van Gogh, “Giardino pastorale di Nuenen in primavera”, è scomparso nella notte tra il 29 e il 30 marzo 2020 alle 3.15. L’opera era al Singer Laren in Olanda per la mostra “Specchio dell’anima”. Anche “Due ragazzi ridono con un boccale di birra” di Frans Hals era custodito al Hofje van Aerden museum di Leerdam. La notte del 26 agosto la Polizia ha raggiunto l’esposizione richiamata dall’allarme, ma i malviventi erano già scappati. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, hanno forzato la porta a vetri sul retro dell’edificio.

I quadri rubati

Sono dipinti di valore che insieme raggiungono la cifra di almeno 18 milioni di €. Infatti, secondo l’esperto d’arte Arthur Brand, l’opera di Van Gogh vale tra 1 e 6 milioni di €. Invece il dipinto di Hals arriva a 17 milioni $.

“Giardino pastorale di Nuenen in primavera” di Van Gogh

Un’opera databile tra 1853 e1890 in cui compare la canonica che l’artista vedeva dalla finestra della sua camera. Nel dipinto rappresenta il luogo all’arrivo della primavera con le piante che rinverdiscono. Si tratta di un dono per la madre con uno stile ancora lontano dai capolavori del pittore. Infatti, prevalgono ancora i colori terrosi e la profondità spaziale è resa con quinte naturali che si sovrappongono.

“Due ragazzi ridono con un boccale di birra” di Frans Hals

Il dipinto del pittore fiammingo è il più rubato della storia, infatti è scomparso per ben tre volte. Nel 1988 i ladri hanno sottratto l’opera al museo e dopo un triennio di indagini è stato ritrovato. Tuttavia nel 2011 l’episodio si ripete: ci sono voluti 6 mesi per recuperarlo. Nonostante il rafforzamento delle misure di sicurezza al museo di Leerdam, l’estate scorsa i malviventi l’hanno trafugato nuovamente. Si tratta di una scena di genere che potrebbe essere un’allegoria della vista e apparterrebbe a una serie sui cinque sensi.

Gli inquirenti all’opera per recuperare la refurtiva

La mattina del 6 aprile a Baarn la Polizia ha messo in manette un uomo di 58 anni: l’accusa è di furto di opere d’arte. L’arresto è avvenuto nella casa del sospettato che avrebbe rubato i quadri di Van Gogh e Hals, scomparsi nel 2020. Le indagini, in corso da mesi, sono cominciate esaminando le immagini delle telecamere di sicurezza. Le forze dell’ordine hanno poi interrogato i testimoni che vivono nei pressi del museo. Le informazioni raccolte hanno portato alla cattura dell’indagato.

Commenti