Funzionaria Casa Bianca bandita da Dipartimento di Giustizia

Heidi Stirrup, aiutante di Trump, è stata bandita da qualunque edifico del Dipartimento, dopo aver cercato di ottenere informazioni sul caso delle frodi elettorali

0
263
Funzionaria Casa Bianca

La funzionaria della Casa Bianca al Dipartimento di Giustizia, Heidi Stirrup, è stata bandita da qualunque edificio del DOJ. Il divieto di accesso sarebbe legato al fatto che la Stirrup avrebbe più volte tentato di accedere a informazioni sensibili sulle presunte frodi elettorali denunciate dal presidente uscente. La Stirrup è molto vicina al consigliere politico di Donald Trump, Stephen Miller.

Perché hanno bandito la funzionaria della Casa Bianca dal DOJ?

Nuovi guai per la Casa Bianca del presidente Trump. Secondo quanto riportato dall’Associated Press, una funzionaria che serve come occhi e orecchie del presidente uscente al Dipartimento di Giustizia è stata bandita dall’edificio. La donna avrebbe tentato di fare pressioni sul personale affinché fornisse informazioni sensibili sule frodi elettorali e altre questioni da riferire alla Casa Bianca. Si tratta di Heidi Stirrup, alleata del consigliere di Trump Stephen Miller. L’amministrazione aveva assegnato la Stirrup al DOJ per fare dal collegamento fra il presidente e il Dipartimento.

Secondo l’AP, la Stirrup sarebbe accusata di essersi avvicinata allo staff del Dipartimento chiedendo di fornirle informazioni sulle indagini. Inoltre, avrebbe anche tentato di interferire nel processo di assunzione di personale in carriera. Avrebbe così offertoun lavoro ad alleati politici per posizioni di alto livello al Dipartimento di Giustizia. Avrebbe fatto tutto questo senza consultare alcun alto funzionario del Dipartimento o l’ufficio della Casa Bianca. Si tratta di una chiara violazione delle politiche sulle risorse umane del governo.

Trump continua affermare che le elelzioni sono fraudolente

Lo sforzo della Stirrup è arrivato in un momento in cui Trump continua a fare affermazioni infondate di aver vinto le elezioni e sostiene senza prove che una massiccia frode elettorale è la causa di una sconfitta contro Joe Biden. Inoltre, le pressioni di Stirrup sui dipendenti del Dipartimento di Giustizia segnano un altro esempio di come l’amministrazione Trump abbia deliberatamente insinuato la presenza di frodi elettorali diffuse.

Il procuratore generale William Barr, nei giorni scorsi, aveva dichiarato che il DOJ non ha trovato prove che vi siano state frodi nelle elezioni presidenziali del 3 novembre. Questo è l’esatto opposto di ciò che suggerisce il presidente Trump. Barr aveva detto: “Ad oggi non abbiamo visto frodi su larga scala che avrebbero potuto cambiare l’esito delle elezioni”. Trump ha subito attaccato Barr e il Dipartimento. Ha infatti asserito che non hanno esaminato bene le accuse di frodi e dicendo che le parole di Barr non sono civili.

Stirrup già riassegnata

L’Associated Press riferisce anche che sembra che l’amminitrazione abbia già riassegnato Stirrup per un nuovo ruolo. Infatti, la Casa Bianca ha annunciato che la Stirrup sarà nominata membro del Consiglio dei visitatori della US Air Force Academy.


Leggi anche: William Barr: no prove di frodi diffuse nelle elezioni

Commenti