Fumo elettronico e aromi: il mondo della e-cig

0
308

Nel mondo degli svapatori, ovvero coloro che utilizzano la sigaretta elettronica, esiste una fascia di utenti più o meno esperti del settore, che dopo un certo periodo iniziano a dilettarsi nella creazione di aromi fatti su misura per le proprie esigenze.

Il web permette, ormai a chiunque, di elevare le proprie competenze acquisendo le nozioni utili per il “fai da te”. Alle ricerche in rete, basta aggiungere la passione per un tema specifico e poi munirsi dell’attrezzatura adeguata, les jeux sont fait: personalità creativa soddisfatta e obiettivo raggiunto.

Per la ricerca in rete basta digitare “aromi concentrati sigaretta elettronica” e si spalancherà la porta ad un universo parallelo, quello dei vapers un pochino navigati, che per diverse ragioni scelgono di dedicarsi a ridefinire le dosi dell’e-liquid che poi si gusteranno insieme al compiacimento.

Riguardo all’attrezzatura, per lavorare agli aromi homemade non occorre possedere il “laboratorio del piccolo chimico” ma è indispensabile conoscere un minimo il settore e poi, quando ci si sente pronti, munirsi dello strumento principale: cercare di essere precisi.

Da quando la e-cig è stata ideata ha introdotto nella visione comune la possibilità di avere un’alternativa al consumo dei derivati del tabacco. Progettata per sostituire e studiata per simulare la sigaretta tradizionale o anche la pipa (esistono tipi e forme diverse di e-cig).

L’opzione aromi homemade è un’ulteriore possibilità di svincolarsi dalla dipendenza da nicotina.

I componenti della sigaretta elettronica

La miscela del liquido contenuto in questa nuova sigaretta è composta principalmente da acqua, glicole propilenico, glicerolo. Ogni apparecchio è composto da un sistema elettronico, un atomizzatore, batterie (a volte ricaricabili) e cartucce.

Nel liquido può essere compresa una certa quantità di nicotina, che in genere varia tra i 6 e i 24 milligrammi. Comunque si può scegliere la dose utile alle proprie necessità, che può essere pari a zero, quindi un e-liquid da vaporizzare privo di nicotina ma ricco dell’aroma più gradito al consumatore.

Il nucleo “operativo” della sigaretta elettronica è l’atomizzatore. Questo riscalda la miscela e per effetto dell’aumento di temperatura si trasforma in vapore.

Svapare, ovvero inalare questo vapore aromatizzato permette di provare un’esperienza simile a quella di fumare una classica sigaretta fatta di tabacco; la differenza sostanziale è che mancando la combustione non c’è assimilazione né alcun contatto tra l’individuo e i residui dovuti a tale processo: a scomparire dall’esperienza dei vapers sono diversi elementi tossici.

Si tratta, per esempio, di: catrame, benzene, arsenico, cadmio, cromo, cianuro di idrogeno.. e via dicendo.

E-Liquid fatto in casa

Oltre alla possibilità di assemblare la personale sigaretta elettronica con pezzi scelti a seconda delle proprie esigenze (anche economiche), la e-cig permette a chi svapa di sperimentare la preparazione della miscela che poi utilizzerà. Per questo tipo di operazione sono popolari gli aromi concentrati.

Gli aromi concentrati sono composti quasi unicamente da estratti organici o sostanze chimiche e non sono diluiti, oppure lo sono in minima parte, ma solo con il glicole propilenico. Controllando la fase di produzione della miscela, attraverso l’utilizzo del concentrato, si avrà la possibilità di dare vita al risultato sperato: l’aroma che si predilige.

Esistono moltissimi tipi di aromi concentrati, al sapore di caramello, cioccolato, frutta; oltre a quelli combinati secondo la ricetta specifica. Bisogna tenere presente che questi aromi sono praticamente “puri” e quindi non possono essere utilizzati senza essere diluiti, sono stati concepiti appositamente per il successivo mix e conseguente vaporizzazione.

Provare ad inalarli senza essersi curati di diluirli nel modo giusto non darebbe luogo a nessuna evaporazione e potrebbe significare danneggiare la sigaretta elettronica: per esempio il liquido potrebbe attaccarsi alle pareti dell’atomizzatore o rovinare le resistenze. Il kit di preparazione della miscela comprende flaconi, boccette, siringhe e pipette.

Gli aromi concentrati in genere sono corposi e intensi, bisognerà essere molto precisi nell’atto di dosare e mescolare il liquido perchè sbagliando s’impara ma si finirebbe col dover buttare via soldi, lavoro e ingredienti.

Nella migliore delle ipotesi, nel caso di errori, si potranno rifare i calcoli ed inserire altre quantità di liquido neutro, quindi durante l’acquisto si dovrà prevedere un po’ tutto per avere le dosi sufficienti anche a rimediare.

Per la base neutra occorre, come già detto, glicole propilenico e glicerolo, che possono trovarsi separati o già miscelati in percentuali varie. L’acqua deve essere bidistillata e infine, si avrà bisogno degli aromi scelti; eventualmente anche del liquido contenente la nicotina.

Vantaggi degli aromi concentrati

A quanto pare, il fumare elettronico risulta vantaggioso non solo per il fatto che attraverso l’e-cig ci si può lasciare alle spalle il mondo del tabacco e relativi danni o rischi, ma anche per le accattivanti possibilità fornite dall’utilizzo degli aromi concentrati:

  • a livello economico acquistando questo tipo di aromi si va incontro al risparmio come in tutti i casi in cui si sceglie di comprare “materie prime” per poi lavorarle. Un ottimo rapporto qualità prezzo
  • per il vapers perfezionista esiste la possibilità di scegliere ogni singolo componente, sia del liquido di base che del e-liquid completo degli aromi. Un’opzione di questo tipo di utente è quella di decidere se arricchire il tutto con una maggiore quantità di glicerina, per influire sulla quantità di fumo (per esempio)
  • l’aroma del concentrato, inoltre, è molto più presente. Questo influisce sul risultato finale perché concede l’opportunità di avere maggiore certezza sul tipo di miscela che si sta per ottenere

Per tentare la strada della sigaretta elettronica si potrebbe finire col divertirsi, consapevolmente, sperimentando cose nuove, alla ricerca dei componenti giusti per la propria e-cig e dei sapori più appropriati al proprio palato. Basterà fare un giro in rete, sugli shop online come quello di Terpy e trovare tutto l’occorrente.

Commenti