Frutta esotica sempre più apprezzata in Italia: nelle tavole lo è un frutto su 10

0
318
Frutta esotica

Tutti noi sappiamo che mangiare frutta e verdura fa bene sia allo spirito che al corpo. Questi alimenti sono infatti ricchi di sostanze benefiche come le vitamine e i minerali, sono sani perché hanno nella maggior parte dei casi poche calorie, e sono stimolanti perché aggiungono colore alla tavola e ai piatti. Va però detto che come ogni cosa anche la frutta e la verdura alla lunga possono stancare, diventando degli ingredienti ripetitivi. È per questo motivo che molti italiani, già da diverso tempo, hanno deciso di arricchire la propria spesa comprando la frutta esotica. Vediamo quindi quali sono i dati e perché in Italia ne consumiamo così tanta.

Cresce il consumo di frutta tropicale in Italia e in Europa

In Italia un frutto su 10 nelle tavole è tropicale o comunque esotico. Inoltre, lo scorso anno questo mercato ha visto un autentico boom, con una crescita delle vendite di frutti esotici che ha raggiunto il +16%. Fra questi il frutto più apprezzato è la banana, come ci ricorda anche la pagina dedicata alle banane Fratelli Orsero, è un frutto originario del Sudamerica, e nel nostro paese se ne possono trovare varietà particolarissime come quelle blu e rosa, davvero incredibili dal punto di vista estetico. Naturalmente la lista dei frutti esotici amati dagli italiani è molto lunga, e vede alcuni must come il mango e gli ananas, questi ultimi i più apprezzati nella Penisola dopo le già citate banane. Non potremmo poi non parlare di altri frutti forse meno noti ma che stanno iniziando a diffondersi in Italia, come il dragon fruit e la maracuja, nota anche come frutto della passione.

Perché la frutta esotica piace così tanto agli italiani?

Innanzitutto perché è capace di aggiungere uno sprint alla tavola, sia in termini di colore che di gusto, dato che alle volte ha un sapore molto originale e diverso dai grandi classici. Spesso la frutta esotica è una vera e propria danza per i nostri sensi, perché oltre al gusto vengono coinvolti anche l’olfatto e la vista. Si parla infatti di alimenti coloratissimi, spesso con contrasti cromatici inusuali e speciali. Ringrazia anche il naso, per via di un profumo che può essere delicato o penetrante, a seconda del frutto scelto. Inutile poi specificare che la frutta esotica fa bene anche e soprattutto all’organismo, perché contiene molti elementi positivi per la nostra salute e per il sistema immunitario. Fra le proprietà di alcuni frutti troviamo la lotta alla cellulite, come nel caso della papaya, e ai malanni che derivano dagli sbalzi di temperatura (la guava). Il frutto della passione, invece, migliora invece le condizioni dei vasi sanguigni, mentre il cocco permette di contrastare la spossatezza fisica, fornendo un vero e proprio boost di energia.

Integrare della frutta esotica all’interno della propria alimentazione fa bene non soltanto alla nostra salute, ma anche alla nostra tavola.

Commenti