Frittelle di Spaghetti: una ricetta originale e croccante

0
648

Questa ricetta delle frittelle di spaghetti è una versione più sofisticata delle ricette dell’infanzia della nonna e uno spuntino perfetto per un antipasto saporito e inusuale quando ci si trova in giro la sera intorno ad un tavolo con gli amici durante le vacanze scolastiche a decidere quale film guardare quella sera tutti insieme. La croccantezza e il gusto si fondono insieme in un connubio che esplode in bocca.


Yogurt e frittelle: la ricetta dei Dahi Vada


Frittelle di Spaghetti: l’Australia e l’Italia seguono una stessa tradizione

Pieno di sapore, questo snack dai bordi croccanti e altamente iconica ed è come mangiare una versione in frittella di cacio e pepe. Ad Adelaide in Australia ci si può concedere questi fagottini croccanti di spaghetti dorati, con formaggio e pepe in uno dei ristoranti più importanti. Un vero antipasto, si rimane subito colpiti la prima volta dall’idea di trasformare gli spaghetti avanzati (con sugo e tutto) in una frittella. In Australia gli chef dicono da sempre che questa ricetta deriva un’umile tradizione italiana prevalente in molte parti d’Italia, dove gli chef danno il proprio tocco a queste fritelle di spaghetti per utilizzare abilmente la pasta avanzata.

Frittelle di Spaghetti: il giusto riutilizzo della pasta avanzata

Ogni volta che si cucina la pasta a casa, rimane sempre una piccola quantità di pasta cotta dopo aver mescolato le giuste porzioni nella salsa ma andrebbe conservata e riutilizzata invece che buttarla. Si possono fare per esempio delle frittelle di spaghetti calde e croccanti il ​​giorno dopo che si è mangiata la pasta per cena. La ricetta si classifica come comfort food, qualcosa che hai provato una volta e poi desideri rifarla ogni volta che cucini una pasta lunga. Se avete intenzione di fare queste deliziose frittelle di spaghetti, vi suggeriamo di raddoppiare la ricetta. Non ve ne pentirete.

Come fare delle perfette frittelle di spaghetti?

  1. Cuocete la vostra pasta finché non sarà al dente. Questo dovrebbe essere raggiunto in circa 8 minuti. Se cuoci gli spaghetti più a lungo, assorbiranno più acqua e si ammorbidiranno. Questo a sua volta renderà le vostre frittelle dense e pastose. Vuoi che i tuoi spaghetti cotti siano abbastanza sodi da sviluppare quel bel croccante croccante.
  2. Usa 3 spicchi d’aglio. 4 se i tuoi chiodi di garofano sono piccoli.
  3. Gran parte della salatura deriva dal formaggio, sia che si usi parmigiano o pecorino. Ma questo non è abbastanza. La cosa da ricordare con le cose fritte e al forno è che se la tua pastella ha un sapore “giusto” il trattamento fritto / al forno finito sarà leggermente meno intenso nel sapore. Per ottenere il giusto sapore “dopo” che ha finito di friggere/cuocere, devi assicurarti che sia un pochino più intenso a crudo. Nel caso di queste frittelle, è necessario aggiungere una generosa quantità di sale e pepe (Una buona prova è aggiungerne un po’ e vedere se la pastella ha un buon sapore.. un po’ salato. Questo è il momento in cui sarà il gusto perfetto dopo la frittura)
  4. La piccola quantità di farina tiene insieme la pastella e il panko aggiunge consistenza.

Note importanti

Visto che questa pastella contiene formaggio, friggete le frittelle in una padella solida. Anche l’antiaderente va bene. Meglio prediligere quelle in acciaio inossidabile o in ghisa. Le padelle in ghisa di Solidteknics e De Buyer sono delle padelle di uso quotidiano. Sono dotate di uno splendido rivestimento antiaderente naturale. Il formaggio si attacca a loro solo se la padella è ormai consumata. Per questa ricetta di frittelle di spaghetti si può usare una padella spessa e dal fondo importante con una finitura satinata che come per magia non fa attaccare nulla. Questa padella è nella gamma Sensuelle di Ikea e ha impressionato molti chef, autori di libri di cucina e personaggi televisivi che cucinano per gli spettatori.

Ingredienti

  • 100 g di spaghetti (secchi)
  • 4 uova, leggermente sbattute
  • ½ cucchiaino di scaglie di peperoncino rosso
  • 1 cucchiaino di origano secco
  • 3 spicchi d’aglio, tritati
  • 2 cucchiai di farina 00
  • ½ tazza ( 50 g ) di parmigiano grattugiato/grattugiato
  • ½ tazza di foglie di prezzemolo fresco, tritate finemente
  • Abbondante quantità di scaglie di sale marino e pepe nero macinato, a piacere
  • 2 cucchiai di panko briciole/pangrattato secco
  • 2 cucchiai di olio d’oliva, per friggere
  • Spicchi di limone, olio extra vergine di oliva, sugo per la pasta per servire

Procedimento

  1. Cuocete gli spaghetti in una pentola di acqua bollente salata per circa 8 minuti al dente. (100 g di pasta secca daranno circa 250 g di pasta cotta). A cottura ultimata scolateli e tagliate a metà gli spaghetti.
  2. Aggiungere gli spaghetti cotti, le uova sbattute, i fiocchi di peperoncino, l’origano, l’aglio, la farina, il parmigiano, il prezzemolo, il sale e il pepe in una ciotola capiente. Usando una forchetta da tavola, mescolare delicatamente gli spaghetti nell’acqua fino a quando tutto è ben incorporato.
  3. Aggiungere le briciole di panko nella ciotola e girare un paio di volte con la forchetta fino a quando non saranno appena amalgamate.
  4. Scaldare un cucchiaio di olio in una padella antiaderente/acciaio inossidabile a fuoco medio-alto. Agitare la padella una volta in modo che l’olio ricopra l’intera superficie.
  5. Usando la stessa forchetta, arrotolare (circa un cucchiaio grande) gli spaghetti e la pastella e far cadere delicatamente un mucchio sulla padella calda. Aggiungere altre tre forchette piene di pastella nella padella. In 2-3 minuti quando vedete che i bordi iniziano a dorarsi e diventare croccanti, girate delicatamente la frittella e fate cuocere l’altro lato per altri 3-4 minuti. Togliere dalla padella e su un piatto da portata caldo. Ripetere con il resto dell’impasto.
  6. Servire caldo con spicchi di limone, olio extra vergine di oliva fruttato e il tuo condimento per pasta preferito.

Pagina Twitter Barilla: https://twitter.com/barillagroup?ref_src=twsrc%5Egoogle%7Ctwcamp%5Eserp%7Ctwgr%5Eauthor